Francesco Motta arriva all’esordio da solista dopo le esperienze con i Criminal Jokersin in qualità di cantante, paroliere e batterista, con Nada, Zen Circus e Pan del diavolo in qualità di tecnico del suono e polistrumentista. L’artista toscano celebra il suo passaggio “all’età adulta” con un’opera prima che appare ben strutturata e sapientemente calibrata.

Pubblicato nel marzo del 2016, il disco coincide, per il pubblico, con l’inizio di una nuova prospettiva artistica, con una nuova visione musicale ma anche personale, con un bagaglio di influenze e di sonorità mescolato con orgoglio.

a cura di Gianluca Carfi





Comments are closed.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.