Damian, Guest, Julian, Rohan and Ky-Mani MarleyLa famiglia di Bob Marley è sempre più lanciata nel business mondiale della cannabis. Prima la creazione del marchio Marley Natural, lanciato lo scorso anno con l’idea di creare un’azienda che mira a diventare la prima impresa globale di distribuzione di cannabis e prodotti derivati.

Già pubblicizzata nel mondo e per ora, in attesa di poter produrre erba da fumare con la legalizzazione che in Giamaica è a un passo, produttrice di oggettistica per fumatori e creme a base di canapa.

Poi l’annuncio di uno dei figli di Bob, Julian Marley, anch’egli lanciatosi nel “cannabusiness” ma in un’avventura che non coinvolge il resto della famiglia, con il brand JuJu Royal Premium Marijuana, creato insieme alla Drop Leaf, compagnia all’avanguardia nella produzione di cannabis legale.

Oggi arriva infine l’annuncio di un altro dei figli di Bob Marley, Damian, che ha comunicato l’apertura di un dispensario per la vendita legale di cannabis a Denver (Usa). L’inaugurazione del dispensario, che si chiamerà Stony Hill, si svolgerà il 22 settembre. All’evento prenderà parte lo stesso Damian che per l’occasione terrà anche un party-concerto pomeridiano.

Insomma la famiglia Marley pare non voler più essere solo una dinastia musicale (dei 13 figli ufficiali di Bob ben sette hanno prodotto almeno un album) ma anche una dinastia di ricchi imprenditori della marijuana. Di certo i fondi da investire non mancano – oltre 20 milioni di dollari l’anno di royalties ancora oggi a 35 anni dalla morte – e il brand capace di colpire l’immaginario neppure. Resterebbe da capire cosa ne penserebbe papà Bob…





Comments are closed.

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

<b>Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!</b>

This happens because the functionality/content marked as "%SERVICE_NAME%" uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: "click.