coop_olio_palma

Da anni molti scienziati e nutrizionisti hanno lanciato un allarme mondiale legato all’olio di palma. Eppure, stranamente, ce lo ritroviamo veramente dappertutto, nelle merendine dei bambini, nei gelati, nei surgelati e così via. Tra allarmi fondati e smentite che hanno alimentato dubbi, ora, finalmente, sembra che la nocività dell’olio di palma non sia più una leggenda metropolitana, ma un fatto scientificamente provato, infatti l’Efsa ha individuato la presenza di sostanze tossiche e cancerogene nell’olio.

Le conseguenze non si sono fatte attendere: la Coop ha eliminato l’olio di palma da tutti i suoi prodotti con grande soddisfazione di tutti i consumatori che potranno finalmente acquistare i prodotti alimentari senza timore di trovare brutte sorprese tra gli ingredienti. La ministra Lorenzin ha già previsto una verifica sulla presenza di composti contaminanti nell’olio di palma, dannosi soprattutto per adolescenti e bambini.

La Coop ha manifestato il proposito di utilizzare olio extravergine di oliva o olii monosemi, al posto dell’olio di palma. Un’altra verità scomoda emerge a favore dei consumatori e a danno di multinazionali che incrementano i loro guadagni a discapito della salute.





Leave a Reply

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.