img1 1

Sulla mobilità ecosostenibile, il nord Europa è sempre un passo avanti. Lo sa bene chi, attraversando ad esempio le strade di Copenaghen, si è trovato a schivare ciclisti agguerriti anziché automobilisti. In Finlandia, precisamente a Helsinki, si sta già pensando di eliminare le auto private entro il 2025. Una decina di anni per attuare una rivoluzione che per altre metropoli europee sembra davvero utopia.

La mente della rivoluzione finlandese è donna: si chiama Sonja Heikkilä ed è una neolaureata in ingegneria che ha studiato in modo accurato i comportamenti di una famiglia finlandese tipo per pensare allo sviluppo di una forma di mobilità rigorosamente on demand. In pratica, secondo lo studio di Sonja, per una famiglia il fatto di poter utilizzare un sistema di trasporti capillare – basato su bici, autobus e car sharing e frutto dell’interazione fra pubblico e privato – sarebbe molto più vantaggioso che spostarsi utilizzando automobili private.

Aspettando il 2025, Helsinki inizia già a portarsi avanti con esperimenti concreti. In alcune città è, infatti, già attivo Kutsuplus: un sistema flessibile di minibus che sembra funzionare benissimo. Il funzionamento è semplice: i passeggeri segnalano il punto di partenza e la meta del loro viaggio e un software registra le richieste, rielaborandole in tempo reale e tracciando percorsi in grado di soddisfare le esigenze degli utenti.

 





Leave a Reply

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.