Enormi manifesti a sfondo nero con scritte a caratteri cubitali: la cannabis ti devasta il cervello. Tutto a lettere maiuscole come a sottolineare il concetto, con la parola cervello sostituita da un disegno dell’organo principale del sistema nervoso. In basso a sinistra l’immancabile hashtag che fa tanto istituzione che sa parlare ai giovani: #senzagiridiparole, mentre dall’altro lato il patrocinio del Comune di Cosenza.

Da un paio di settimane manifesti come questo hanno invaso le strade della città calabrese, volute dal sindaco Mario Occhiuto, alla guida di una composita giunta di centro-destra che va dagli ex democristiani agli ex fascisti, e pianificata dal dirigente del settore educativo del Comune di Cosenza, Mario Campanella.

La campagna non sta passando certo inosservata, e oltre alle proteste politiche dei gruppi della sinistra in consiglio comunale, ha già provocato diverse risposte ironiche. Dai manifesti contraffatti, uguali agli originali, dove però si specifica che è il sindaco Occhiuto a devastare il cervello, alla risposta di uno degli esponenti più celebri della contro-cultura cosentina, il poeta e ultras, Sergio Crocco, che ha ribattuto con una poesia satirica in cui tira in ballo i vizi della “Cosenza bene”.

Uscendo dalle campagne ironiche, c’è da notare come da anni a Cosenza si registri un aumento dei consumi di cocaina, e come ci sia anche – forse più che in altre zone italiane – un ritorno sulla scena dell’eroina, tale da far dire pochi mesi fa al procuratore della città, Mario Spagnuolo, che «Cosenza ormai galleggia su un mare di droga». Ma per la giunta che guida la città evidentemente il problema sono le droghe leggere.





Comments are closed.

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

<b>Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!</b>

This happens because the functionality/content marked as "%SERVICE_NAME%" uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: "click.