Terapeutica

La cannabis per combattere il visus dell’HIV

Cannabis HIV AIDSLa cannabis, utilizzata dagli anni ’90 per alleviare il dolore cronico o far tornare l’appetito ai malati affetti da HIV o AIDS, potrebbe essere efficace nel combattere direttamente gli effetti della malattia.

La ricerca, pubblicata di recente sulla rivista AIDS Research and Human Retroviruses, è stata condotta dai ricercatori della Louisiana State University, che per 17 mesi hanno somministrato quotidianamente una dose di THC ad un gruppo di scimmie affette dal virus dell’HIV.

Nel corso della sperimentazione, gli scienziati hanno osservato una diminuzione dei danni al tessuto intestinale dei primati, una delle parti del corpo dove l’infezione da HIV si sviluppa più comunemente, trovando prove del fatto che sia un effetto legato all’azione genetica del THC. L’HIV infatti si diffonde infettando e uccidendo le cellule immunitarie e i ricercatori hanno osservato livelli più elevati di cellule immunitarie sane negli animali che avevano ricevuto il THC.

Già nel 2011, la dottoressa Patricia Molina, a capo del Dipartimento di Fisiologia e autrice principale dello studio, aveva scoperto insieme ai colleghi che le scimmie trattate con THC avevano più bassi livelli di infezione virale e migliori tassi di sopravvivenza.  Dalle ultime scoperte: “Sembra che il THC porti ad una immunomodulazione utile, soprattutto nelle prime fasi di infezione”, ha spiegato la dottoressa.

“Penso sia molto interessante concentrarsi sul recettore CB2: nuove ricerche potrebbero potenzialmente portare allo sviluppo di sistemi specifici per l’attivazione dei recettori che potrebbero avere gli stessi effetti benefici”, ha concluso la dottoressa.

Ricordiamo inoltre che nel 2013 è stato pubblicato uno studio dei ricercatori della Harvard University Medical School che  dimostrava come l’attivazione dei recettori CB2 potesse proteggere il cervello dai danni cerebrali causati dall’HIV.





SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.

Articoli correlati

Lascia un commento

Back to top button

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

<b>Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!</b>

This happens because the functionality/content marked as "%SERVICE_NAME%" uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: "click.