Guardando le stelle

La cannabis non va legalizzata, va resa obbligatoria

La cannabis non va legalizzata, va resa obbligatoria

Lo sapevamo già (sia chiaro) ma ora è arrivato il riconoscimento ufficiale dell’Onu: la cannabis è una medicina. Lo ripeto: LA CANNABIS È UNA MEDICINA.

Provo ad essere ancora più chiaro per i duri di comprendonio: quando assunta nel modo e momento corretto, la cannabis fa bene. Bis: LA CANNABIS FA BENE.

E a differenza di tante altre medicine presenti sul mercato, è naturale e priva di dose letale. NATURALE E PRIVA DI DOSE LETALE.

E a differenza di tante altre sostanze (perfettamente legali) presenti sul mercato (alcol e tabacco giusto per citarne due), ha dunque comprovate proprietà terapeutiche e non ha mai causato la morte diretta di UNA singola persona nella storia dell’umanità.

Ora, nessuno (NESSUNO) dei leader politici italiani ha espresso la minima considerazione a riguardo. Voglio credere che siano impegnati in tal modo: Salvini e la Meloni immagino stiano scavando una buca nel terreno, per mettercisi dentro e chiedere umilmente perdono promettendo di non proferire mai più parola sull’argomento.

Di Maio, Zingaretti e Renzi penso stiano calendarizzando una delle 8 (otto!) proposte di legge che giacciono in Senato, relative alla legalizzazione.

Conte sta forse rispondendo alla lettera inviatagli mesi fa (giugno scorso!) da oltre 100 parlamentari della maggioranza per l’apertura di un tavolo di discussione e confronto su questo tema (perché dovete sapere, tra le altre cosette, che la legalizzazione della cannabis in Italia vale una cosa come 250mila nuovi posti di lavoro e una cifra che oscilla dai 6 ai 10miliardi (MILIARDI) di euro l’anno).

Un saluto amichevole a tutti coloro che quando ho iniziato a occuparmi di questa Pianta (circa 16 anni fa) mi prendevano per il culo, senza sapere, senza capire, senza immaginare.

La cannabis non va legalizzata: VA RESA OBBLIGATORIA.

Credit foto: sensiseeds.com





SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.

Articoli correlati

Back to top button

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

<b>Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!</b>

This happens because the functionality/content marked as "%SERVICE_NAME%" uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: "click.