deep web cannabis

Il Deep Web, ovvero l’altra faccia del Web, quella oscura e impenetrabile che ufficialmente non esiste, è un fenomeno che si sta diffondendo sempre di più e le ricerche effettuate hanno rivelato che la merce più scambiata tra gli anonimi visitatori di questo pianeta oscuro dell’universo infinito del web è la cannabis.

Deep Web è una piattaforma virtuale in cui vige la regola del totale anonimato, infatti, non è possibile risalire all’indirizzo IP degli utenti e quindi i dati personali rimangono rigorosamente segreti. Questo mondo mediatico sommerso e apparentemente invisibile desta molta curiosità, perché rivela fenomeni di costume, abitudini e tendenze.

I ricercatori della Trend Micro hanno compiuto un’accurata analisi penetrando nella rete criptata del Deep Web e, attraverso il sistema Trend Micro Deep Web Analyzer, sono riusciti a raccogliere un gran numero di informazioni relative ai contenuti delle pagine e ai link, scoprendo, in tal modo, tutte le abitudini segrete di utenti del web che ricorrono a questo sistema per non svelare la propria identità e diventare, così, parte di un mondo virtuale sfuggente e molto più vasto di quanto si possa immaginare.

La marijuana, dunque, è al primo posto tra le merci più richieste e scambiate, seguono poi psicofarmaci e droghe pesanti.

Non mancano in questo mega-contenitore, invisibile e inaccessibile ai più, videogiochi pirata per gli appassionati del genere, dossier segreti e documenti riservati. Deep Web è una ricchissima miniera di informazioni, appetibile per le Forze dell’Ordine, ma non facilmente fruibile, perché l’anonimato è la parola chiave che regola questo sistema di scambi segreti. Questo è anche il regno incontrastato del Bitcoin a cui si lega una fitta rete di interessi finanziari.





Comments are closed.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.