C’è tempo fino al 31 dicembre 2022, poi chiunque produca, venda o scambi capi di pellicceria verrà multato di 500 dollari per ogni singolo capo, pena raddoppiata in caso di  reiterazione di reato. È il nuovo provvedimento preso dal governatore della California, Gavin Newsom, che prevede però alcune eccezioni: sono esenti dal divieto, il pelo animale utilizzato per funzioni religiose o dalle tribù originarie d’America e, per ora, anche i pellami di bovino, capra o cervo, le pellicce usate, gli animali imbalsamati e quelli uccisi con regolare porto d’armi.

“Il divieto al commercio di pellicce in California segna il definitivo tramonto di un’industria ormai al tracollo, alimentata dalla sofferenza e dall’uccisione di milioni di animali – commenta Simone Pavesi, responsabile Lav Area Moda Animal Free – In una società in continua evoluzione, le più lungimiranti tra le grandi aziende della moda sono già passate al fur-free”.





Comments are closed.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.