HipHop skillz

Jay-Z registrò un dissing a Tupac

 

dissing rapSe stavate pensando che il beef tra Drake e Meek Mill fosse divertente, sappiate che in realtà quella è una faida tra ragazzini rispetto ai dissing che giravano un tempo, quando la posta in gioco era più alta, i testi più intensi, e c’era quasi un senso di onore samurai. DJ Clark Kent, storico collaboratore di Jay-Z, recentemente ha confermato tutto ciò in un’intervista a “A Waste of Time With ItsTheReal”, rivelando anche che Hova scrisse un inedito contro l’icona West Coast di quel periodo, ovvero Tupac Shakur.

<<Il pezzo non è mai uscito, per rispettare il fatto che fosse morto. Jay registrò questa traccia su Pac e, proprio quando stava per uscire, lui morì. L’abbiamo fatta una volta dal vivo, una notte all’Apollo. Jay andava pazzo per quelle rime e la gente quando l’ha sentita era spiazzata tipo.. “oh m*rda! Si trattava di uno dei diss più duri che abbia mai ascoltato.>>

Jay-Z stesso ha confermato l’esistenza di questo brano in un’intervista per XXL, che pare fosse stata registrata sul beat di “No Diggity”:

<<C’era qualcuno che filmava durante il live all’Apollo. Abbiamo provato a trovare qualche registrazione. C’erano duemila persone a quello show, che possono confermare il tutto. Io ho rappato due strofe. Questa è la verità e vi assicuro che spaccava. Mi sentivo davvero libero perché avevo espresso me stesso dicendo il cazzo che mi pareva.>>

Jigga è stato certamente in contrasto con Tupac, quasi sicuramente per la proprietà transitiva, a causa del leggendario beef di quest’ultimo con il Notorious B.I.G.: considerando che entrambi i re delle due coste ormai siano passati a miglior vita, è molto probabile che non sentiremo mai questo diss, e forse, per quanto detto da Kent, è meglio così.





SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.

Articoli correlati

Back to top button