Il rapper e magnate dell’intrattenimento Sean “Jay-Z” Carter ha instituito un fondo da 10 milioni di dollari a beneficio delle start up nel settore della cannabis, di proprietà di minoranze etniche.

Come riportato dal Wall Street Journal l’artista, che da ottobre ha lanciato il suo marchio di cannabis Monogram, è anche il brand strategy della società californiana di cannabis Caliva. Il suo ruolo comprende anche il sostegno legale, la formazione professionale e lo sviluppo complessivo dei dipendenti e della forza lavoro per le persone precedentemente incarcerate che cercano di entrare nel mondo della cannabis.

Jay-Z sostiene che le persone di colore costituiscono solo una piccola percentuale di aziende cannabiche: “È davvero incredibile come possa accadere. Eravamo quelli più colpiti negativamente dalla guerra alla droga e l’America si è voltata e ha creato un business che vale miliardi”.

Un sondaggio di Marijuana Business Daily del 2017 ha rilevato che solo il 4,3% dei proprietari e fondatori di cannabusiness erano neri e solo il 19% ha fondato o detiene una quota di proprietà in un’azienda di cannabis identificata come minoranza razziale.

Il fondo da 10 milioni di dollari è nato dall’acquisizione da 575 milioni di dollari del mese scorso di CMG Partners Inc. e Left Coast Ventures Inc. con sede in California da parte della società di acquisizione per scopi speciali Subversive Capital Acquisition Corp.

L’amministratore delegato di Roc Nation Desiree Perez gestirà il fondo, che investirà fino a 1 milione di dollari in ogni start up che sarà ritenuta meritevole.





Comments are closed.

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

<b>Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!</b>

This happens because the functionality/content marked as "%SERVICE_NAME%" uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: "click.