TwitterJambo

3 giorni – 8 discipline – 15 concerti 40.000 visitatori – 60.000 metri quadri, sono solo alcuni dei numeri che hanno accompagnato il più grande evento di freestyle e urban sport mai organizzato in Italia.

Dal 14 al 16 giugno, grazie all’organizzazione di Bologna Fiere, la storica Area 48 del quartiere fieristico di Bologna si è trasformata in uno straordinario superpark con pista di motocross e due piscine oltre ad altre strutture e set up realizzati appositamente per l’evento.

E se il set up era d’eccellenza, gli ospiti e le star non erano da meno. Campioni del calibro di Josh Sheehan, Alex Sorgente, Massimiliano Piffaretti, Manu Rupp, Kie Willis si sono esibiti nelle discipline di fmx, wakeboard, parkour, skateboard, surf, urban dance, calcio e basket freestyle. 100 ore di sport ma anche di musica di alto livello: musica non stop durante la giornata e, a partire dalle 22, i 12 mila metri quadri dedicati all’area concerti denominata “JamBO Dj” hanno ospitato artisti internazionali come Major Lazer, 2manydjs e James Zabiel e ancora Zeds Dead e Chase & Status.

«Per la prima volta abbiamo realizzato a Bologna un evento di portata internazionale dedicato al freestyle come quelli che si realizzano in grandi città come Los Angeles, Monaco o Barcellona. Con questo evento vogliamo fare di Bologna la capitale italiana del freestyle». Queste le parole del presidente di BolognaFiere Duccio Campagnoli che ci portano a sperare in una seconda edizione al cardiopalma.

G.R.





Leave a Reply

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.