Se nel 1994 con “Ohi Maria” inneggiava alla legalizzazione della cannabis, 24 anni dopo J-AX ha iniziato direttamente a venderla.
Letteralmente, perché nella giornata di lancio della varietà di cannabis light “Maria Salvador”, che prende il nome da un’altra sua canzone ed è stata creata insieme ai ragazzi di Legal Weed, si è improvvisato commesso del suo nuovo negozio (“Mr. Nice”) insieme al fratello Grido e a Takagi, con una folla di curiosi in attesa di entrare.

“Non me lo sarei aspettato quando cantavo Ohi Maria”, ci ha raccontato il rapper sottolineando che però: “La strada per aprire il primo coffe-shop è ancora lunga”.

Ripercorrendo l’iter della legge sulla legalizzazione che per la prima volta nella storia della Repubblica Italiana è stata discussa in Parlamento, J-AX ha ricordato come si sia arrivati ad un niente di fatto. “Non riusciamo nemmeno a fare un governo”, ha puntualizzato, “e se salisse la Lega la vedo dura, con i 5 Stelle, che sono più pragmatici, forse ci sarebbe qualche possibilità in più”.

Ad ogni modo l’idea di lanciare Maria Salvador per J-AX viene da un’esigenza personale dettata dal fatto che l’erba tradizionale… “Mi fa venire ansia e paranoie, ho letto che succede ai fumatori che raggiungono una certa età e quindi non sono più interessato nemmeno allo sballo, ma alle proprietà benefiche e rilassanti”.

E’ un discorso che ultimamente si sente fare spesso, anche tra gli addetti al settore; secondo chi vi scrive non ha senso dare colpe alla cannabis in sé, che in genere funziona come un amplificatore delle emozioni che ognuno vive quotidianamente. In periodi particolarmente stressanti è facile che anche chi sia abituato a fumare possa essere colpito dall’ansia dopo averlo fatto, tenendo conto che gli effetti della cannabis dipendono dall’interazione delle centinaia di sostanze che contiene con il corpo umano. Tanto che cannabis con diverse composizioni di cannabinoidi e terpeni possono arrivare a dare effetti opposti, ad esempio nella gestione dell’ansia.

L’idea di J-AX è stata quella di lanciare un nuovo brand per “creare lavoro e cambiare l’immagine della marijuana nella testa di chi non la usa”, in un Paese dominato dalla cultura dell’alcool. “L’alcool è il padre di tutti i mali o quasi”, ha sentenziato il rapper e produttore discografico confidandoci che, almeno nella sua esperienza personale, “la Maria ti allontana dall’alcool e con la cultura dell’alcool che abbiamo in Italia trovo illogico non legalizzarla”.

Questo e molto altro nella nostra chiacchierata con lui…

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “Vimeo framework” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.





Comments are closed.

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.