HipHop skillz

J-Ax – Meglio Prima (?) (doppia recensione)

J-Ax - Meglio Prima (?) (doppia recensione)“Meglio Prima (?)” è il quarto disco solista di J-Ax. Prodotto da Franco Godi per Best Sound in una doppia versione (nella DELUXE Version abbiamo CD e DVD insieme). Con questo nuovo album l’artista conferma le sue scelte stilistiche nell’unire al Rap sonorità totalmente Rock. Le produzioni  sono totalmente suonate, estremamente movimentate e ritmiche, anche se non mancano cenni più melodici e qualche sfumatura pop-elettronica.  Le collaborazioni sono ben amalgamate e  non creano dislivelli imbarazzanti nonostante Mistaman e Canesecco poco si adattino al circuito del Mainstream. Per nulla deludente la partecipazione di Jake La Furia in RECI-DIVO, che regala al progetto 16 barre in pieno stile Dogo. Esilarante come sempre J-Ax, che mantiene salda la sua dose di grinta e si evolve nella ricerca della metrica, dei respiri e degli incastri.

A differenza delle precedenti pubblicazioni (Rap n’ Roll e DecaDance), siamo in presenza di un disco che già dal titolo e dal concept grafico si presenta come riflessivo. In un’epoca di progresso, dove la medicina può curarci (a meno che non ci siano interessi economici contrari), dove la tecnologia ci rende liberi di informarci, esprimerci e condividere tramite il web e i moderni social network e allo stesso tempo crea disinformazione e danni al mercato discografico, dove il “male non ha confini precisi” e dove siamo tutelati da leggi apparentemente giuste emanate dal nuovo ordine mondiale; in un contesto di questo tipo – “Meglio Prima (?)” – rappresenta il punto di domanda, lo stato mentale comune, l’affermazione, il dubbio. “Meglio Prima (?)” è il disagio! Disagio che J-Ax esprime già da un po’ nei suoi testi (basta pensare al pezzo DAI DAI DAI registrato per Don joe e Shablo in  THORI&ROCCE). Temi attuali e sociali raccontati in pieno ritmo Rock. Politica, famiglia, i giovani, l’amore per il proprio paese, i ricordi, il sistema mondiale, i ricchi e i poveri. Tematiche che unite alla forte musicalità e alla forte impalcatura scenica e vocale di Ax rendono –”Meglio Prima (?)”- un disco adatto a un vasto pubblico. Tutto il resto dobbiamo giudicarlo noi. Meglio prima?

Selene EllZed Grandi

————————————————————————————————————————————————

J-Ax - Meglio Prima (?) (doppia recensione)Potrei liquidare l’ultimo disco di J-Ax invitandolo a sostituire il punto di domanda del titolo del disco con un bel punto esclamativo, ma sarebbe troppo facile e ingiusto. “Meglio Prima (?)”, infatti, è il nome di questo lavoro; una sorta di revival dei favolosi anni che furono che finisce, alla lunga, col diventare un revival di sé stessi, quanto a contenuti e tematiche trattate, nel caso dell’ex Articolo 31. J-Ax, quello che a mio avviso è stato per lungo tempo tra i personaggi più comunicativi e diretti dell’hip hop italiano – nel bene o nel male – ha sfornato proprio quello che mi aspettavo: un “Deca-dance” all’ennesima potenza, con qualche strizzata d’occhio qua e là al suo stile più florido e aggressivo, qualche featuring hip hop per cercare di radicare il tutto e il risultato finale non è per niente dei migliori.

E’dai tempi di “Domani Smetto” che il rapper dipinge l’Italia di quest’epoca, spesso dissociandosene. Adesso che l’epoca è diventata mediatica, stile, linguaggio e matrice si sono adeguati ai destinatari e, a mio avviso, benché il prodotto alla fine non sia sicuramente sgradevole, tutto risulta molto poco incisivo.

Riconosco che per uno spirito “randagio” come quello di Ax, comunicare con un popolo così tanto vasto ed eterogeneo non dev’essere la più semplice delle cose. A mio avviso, questo paradosso rischia di produrre frullati di canzoni che sono tutte più o meno orecchiabili, in alcuni casi bombe, in molti altri autentiche canzonette, ma che trasmettono in ogni caso molto poco. Chiariamoci, non sto parlando di “messaggio”; non avrei mai voglia di ascoltare un disco pieno solo di contenuti e di parole positive o almeno, non se a farlo è J-Ax, dal quale ricerco qualcosa di decisamente diverso. Ma ascoltare un suo disco, nell’ultimo periodo, è un po’ come guardarsi Zelig. Qualche risata la si fa, ma i monologhisti continuano a parlarci di rapporti di coppia e di domeniche all’Ikea: la cosa alla lunga stanca e strappa solo qualche sorriso.

Quello che dico lo dico con rammarico, perché quando ti chiami Alessandro Aleotti, e fai volente o nolente rap (perché di rap si è sempre trattato, si arrendano gli scettici), dai primi ’90, ci si aspetta sempre qualcosa di grosso, quanto meno a livello di impatto. “Meglio Prima (?)” invece è un altro lavoro che per quanto piacerà sicuramente a molti (e lo testimoniano i primi dati di vendita, cosa che personalmente mi fa molto piacere), poteva essere fatto meglio, magari puntando un po’ di più sul rap e meno sui ritornelli dei The Styles, Un passo in avanti rispetto ai “2 di picche”, ma c’è da dire che un passo indietro non lo si poteva proprio fare.

Robert Pagano

J-Ax - Meglio Prima (?) (doppia recensione)

TG DV


grafica pubblicitaria sponsor canapashop

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.
grafica pubblicitaria sponsor plagron

Articoli correlati

Back to top button