Dal primo gennaio 2020, in Italia vige il divieto al commercio di cosmetici da risciacquo ad azione esfoliante o detergente contenenti microplastiche. Parliamo di saponi, creme, dentifrici, gel esfolianti. L’emendamento non comprende infatti tutti i prodotti cosmetici. Per chi viola quelli oggetto della legge sono previste multe severe e in caso di recidiva stop alla produzione.

Per sapere se un prodotto contiene microplastiche basta leggere attentamente l’etichetta. L’Unep ha stilato una lista di ingredienti che indicano la presenza di microplastiche, ovvero: Polyethylene (Pe), Polymethyl methacrylate (Pmma), Nylon, Polyethylene terephthalate (Pet), Polypropylene (Pp). Quindi, occhi aperti.

L’industria cosmetica a livello europeo, con il contributo dell’industria cosmetica italiana, già dal 2015 si è data una auto-regolamentazione per eliminare entro il 2020 le microparticelle di plastica solida da questi prodotti; quindi l’intervento del legislatore italiano è intervenuto su un settore e su un obiettivo che già l’industria italiana condivideva da anni”, ha sottolineato Luca Nava, direttore generale di Cosmetica Italia, l’associazione nazionale delle imprese cosmetiche che riunisce oltre 500 aziende del settore.





Comments are closed.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.