“Il mio governo sta esplorando la possibilità di legalizzare la cannabis seguendo il modello adottato dal Canada”, lo ha dichiarato il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu.

Netanyahu si è espresso con un post su Twitter, sottolineando che “Il ministro della giustizia Amir Ohana ha iniziato a lavorare sulla questione e dirigerà un comitato di professionisti che indagherà sull‘importazione del modello canadese per la regolamentazione di un mercato legale in Israele”.

Il leader del partito di destra Likud è in carica come premier dello stato di Israele ininterrottamente dal 2009, ma sta affrontando la terza campagna elettorale nel giro di pochi mesi, in quanto dopo aver perso la maggioranza assoluta non riesce a trovare un accordo parlamentare con le forze politiche di minoranza per formare un nuovo governo.

Benjamin Netanyahu ha inoltre dichiarato che è allo studio anche un’amnistia per tutti i cittadini israeliani condannati per detenzione di droghe leggere a scopo di consumo personale, un provvedimento che nelle intenzioni del premier dovrebbe avere carattere retroattivo sancendo anche la cancellazione di ogni condanna passata dal casellario giudiziale di circa 40.000 israeliani che in passato hanno subito condanne per consumo di cannabis.

Molti osservatori israeliani hanno visto in questo slancio pro-cannabis una mossa elettorale che mira da una parte a cercare nuovi bacini elettorali specie tra i giovani e dall’altra a preparare la strada per una possibile alleanza di governo con i partiti laici e di centro-sinistra presenti nella Knesset (il parlamento israeliano).

Nello stato di Israele la cannabis terapeutica è già legale, ed anzi lo stato ebraico si è imposto in questi anni come uno dei centri globali del mercato. Recentemente è stata anche approvata una legge che permette alle aziende israeliane del settore di esportare cannabis in tutto il mondo. Fino ad oggi però la cannabis ad uso ricreativo rimane vietata, seppur largamente utilizzata.





Comments are closed.

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.