Due milioni di euro per finanziare 13 studi scientifici sulla cannabis in medicina e su nuove metodiche per ampliare la resa delle coltivazioni: Israele, Paese pionieristico per la ricerca sulla cannabis a livello terapeutico, sembra puntare sempre di più su questa strada.

Il ministero dell’Agricoltura oggi ha detto che il finanziamento degli studi è stato un passo pionieristico per Israele che potrebbe consentire ai ricercatori di condurre una ricerca di base e applicata per cinque anni, durante i quali gli strumenti e le infrastrutture sarebbero sviluppate per facilitare la prossima generazione di prodotti vegetali a base di cannabis per uso medico.

Tra gli studi biochimici e medici approvati dai ministeri ci sono l’identificazione e le specifiche di nuove varietà e nuove sostanze nei ceppi di cannabis, l’utilizzo di cannabis ed il suo effetto sulla vista, lo studio della cannabis per combattere il cancro al colon, il trattamento della sclerosi multipla utilizzando la cannabis ed infine il suo utilizzo per prevenire il rigetto degli organi trapiantati, e un test sulla capacità della pianta di ritardare lo sviluppo di batteri nocivi.

Successivamente lo Stato finanzierà la ricerca esaminando lo sviluppo di nuove tecnologie con l’obiettivo di sviluppare nuove varietà.

Comments are closed.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy