In Irlanda saranno piantati 22 milioni di alberi l’anno per combattere i cambiamenti climatici. Il tutto per vent’anni, fino ad arrivare ad un totale di 440 milioni di piante. Ne piano saranno coinvolti 8 ettari ettari di terreno, ora ad uso agricolo, che torneranno ad essere forestati a conifere, pini e cipressi, per il 70%. Il restante sarà occupato da piante a foglia larga.
Entro il 2030, quindi, buona parte dell’anidride carbonica sarà assorbita dagli alberi.

La comunità agricola non è felicissima di questa scelta e il governo ne è consapevole, motivo per cui nei prossimi anni lavorerà molto sul fronte del dialogo con gli agricoltori per incoraggiarli a partecipare all’iniziativa.

Ma l’Irlanda non si ferma qui. Il piano per contrastare il global warning prevede anche un aumento del parco automobili elettriche, con incentivi per raggiungere un milione di autovetture entro il 2030, e lavori su almeno 50 mila case l’anno per migliorare l’efficienza energetica





Comments are closed.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.