«Nel 2030 le emissioni dei nuovi camion dovranno essere inferiori del 30% rispetto alle emissioni del 2019» ed entro il 2025 dovranno calare almeno del 15%. Tanto si prevede nell’accordo provvisorio del Parlamento europeo e del Consiglio dell’UE nell’ottica di una mobilità più pulita. Un provvedimento necessario per rientrare nei parametri dell’accordo di Parigi in tema di cambiamento climatico che prevede la riduzione entro il 2030 di almeno il 40 percento delle emissioni di gas serra rispetto ai valori del 2019.

Ora il testo del regolamento dovrà essere formalmente approvato e una volta avallato sarà pubblicato nella Gazzetta ufficiale dell’Unione e entrerà immediatamente in vigore.

Il commissario europeo per l’energia e l’azione climatica, Miguel Arias Cañete, conclude: «Il Parlamento europeo e il Consiglio hanno raggiunto un accordo ambizioso ed equilibrato. Oltre a portare risparmi di carburante per gli operatori dei trasporti e un’aria più pulita per tutti gli europei, i nuovi obiettivi e incentivi aiuteranno ad affrontare le emissioni di gas serra. Per l’industria dell’Ue, questa è un’opportunità per accogliere l’innovazione verso una mobilità a emissioni zero».

Comments are closed.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.