img3

“Il denaro è polvere soffiata dal vento, la terra è per sempre” sono le parole pronunciate da Stewart Phillip, il grande capo degli indigeni Lax Kw’alaams, che hanno detto NO ad un risarcimento di un miliardo di dollari per la realizzazione di un gasdotto sulle loro terre.

La Petronas ha avviato le consultazioni con altre quattro popolazioni indigene di quell’area, che si sono dichiarate favorevoli a procedere con il progetto, come anche il governo canadese che ha rinnovato la sua volontà di sostenere il programma.

I Kw’alaams Lax, l’unica voce fuori dal coro, dichiarano che secondo il loro codice tradizionale sono tenuti a tutelare le loro terre per le generazioni future e si appellano al decimo articolo della Dichiarazione dei diritti dei popoli indigeni delle Nazioni Unite. La decisione spetta a questo punto alla Canadian Environmental Assessment Agency.





Comments are closed.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.