In Ghana, un signore di 95 anni, nonché veterano della Seconda Guerra Mondiale, ha deciso di intraprendere un’originale iniziativa per dare il suo contributo nella lotta al Covid-19.

Joseph Hammond, che prestò servizio nella guerra in Birmania, l’attuale Myanmar, ha portato a termine in sette giorni un giro a piedi della sua città, Accra, lungo 20 chilometri, per sollecitare donazioni, soprattutto da parte dei leader e dei grandi imprenditori africani. L’obiettivo: ottenere l’equivalente di 500.000 dollari per acquistare dispositivi di protezione individuale sia per medici e infermieri impegnati negli ospedali sia per i suoi “colleghi veterani”.

Come ha spiegato lui stesso, Hammond ha avuto l’idea dopo che è venuto a sapere del capitano Sir Tom Moore, che nel Regno Unito ha realizzato qualcosa di analogo nel giardino di casa, raccogliendo 35 milioni di sterline per il Sistema Sanitario britannico. “Abbiamo entrambi combattuto nella Seconda Guerra Mondiale – ha spiegato l’uomo. “Se lo ha fatto lui, posso riuscirci anch’io”.

E anche in Ghana l’iniziativa ha in effetti riscosso un certo successo: ne hanno parlato quotidiani locali e africani, con rilanci su emittenti internazionali. Hammond ha ottenuto meno di quanto sperava – l’equivalente di circa 19.000 dollari – ma è stato accolto da una folla festante al termine dell’ultima tappa.

A supportare il novantacinquenne una Fondazione locale, Guma, che si è occupata di raccogliere le donazioni e ora provvederà all’acquisto e alla distribuzione di guanti e mascherine.

Stando ai dati dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms), i casi confermati di coronavirus in Ghana sono 7.303.

Fonte: Pressenza





Comments are closed.

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.