Un nuovo progetto di ricerca scientifica è alla ricerca di 25.000 fumatori abituali di cannabis, con l’obiettivo di utilizzarli per studiare scientificamente le “conseguenze del consumo prolungato di cannabis su consumatori adulti e psicologicamente sani“, come specificato sul sito dello studio, denominato Forschungsinitiative Cannabiskonsum (ovvero: iniziativa di ricerca sul consumo di cannabis).

La ricerca, coordinata dalla Medical School di Amburgo, è un’iniziativa privata che attende ancora il via libera definitivo del Ministero della Salute tedesco per cominciare, tuttavia la recluta dei volontari da sottoporre alle analisi è già cominciata, arruolando duemila persone nel giro di pochi giorni.

Se lo studio riceverà effettivamente il semaforo verde da parte del Ministero si tratterà della ricerca più grande mai condotta in Europa sulla cannabis. Tutti i 25.ooo volontari riceveranno 30 grammi di erba al mese e verranno ciclicamente sottoposti a test, colloqui ed esami per verificarne gli eventuali effetti a lungo termine sulla psiche.

Alla ricerca non potranno partecipare minori di 18 anni, i consumatori di cannabis non abituali o alle prime armi, quelli con problemi di tossicodipendenza o con disagi psichici.

Il Parlamento tedesco ha legalizzato all’unanimità l’uso di cannabis terapeutica solo pochi mesi fa, nel gennaio 2017, attraverso una legge che permette le cure a base di cannabinoidi solo per una ristretta cerchia di patologie gravi (ad esempio epatite C, Parkinson, terapie del dolore in malati di Hiv e cancro, anoressia) e solo nel caso in cui le terapie convenzionali si siano dimostrate inefficaci. Mentre la cannabis a uso ricreativo è ancora illegale.

 





Comments are closed.

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.