Una macchina in grado di analizzare le infiorescenze di cannabis in un minuto circa, per poi fornire le percentuali di THC, CBD e dei principali terpeni contenuti.

Si chiama Gemmacert ed è una novità realizzata da un’azienda israeliana grazie ad una nuova tecnologia sviluppata ad hoc per lo scopo, che arriverà a breve in commercio e che si propone di risolvere molti problemi nei diversi settori: da quello medico con l’analisi delle infiorescenze per aziende produttrici e pazienti, alle seedbank che possono controllare velocemente il risultato del proprio lavoro di breeding, fino alle aziende del settore della cannabis light che potranno controllare in tempo reale le percentuali di cannabinoidi delle infiorescenze prodotte.

“Questa macchina analizza i fiori o anche gli oli derivati dalla cannabis, andando ad illuminare la sostanza con degli ultravioletti”, ha raccontato Sergio Cadenasso a Dolce Vita che con la Ph Trading distribuirà il prodotto in Italia. “Il sistema funziona grazie ad una nuova tecnologia proprietaria dell’azienda che ha creato il prodotto: è collegata ad una telecamera molto precisa che legge i colori del prodotto in analisi effettuando una mappatura molto precisa, per poi inviare i dati su un server in Israele prima di rimandarli tramite un’applicazione da installare sul telefono in circa 60 secondi. Per ora rivela le percentuali di THC, CBD e dei principali terpeni, ma nel prossimo futuro rileverà anche altri cannabinoidi”.

Noi di Dolce Vita abbiamo avuto la possibilità di testare la macchina in anteprima durante l’IndicaSativa Trade a Bologna. Il responso arriva in effetti dopo circa un minuto: naturalmente serve una connessione wi-fi e la macchina deve essere posizionata in maniera stabile. Ci sono ancora delle piccole correzioni da fare –  come il fatto che la macchina faccia ad esempio fatica ad analizzare i fiori troppo piccoli – ma che saranno risolte entro il lancio.

I punti forti di questo prodotto sono il fatto che l’infiorescenza testata non viene deteriorata in alcun modo e che sarà proposta ad un prezzo al pubblico intorno ai 3mila euro. “Per poter usufruire del servizio e mantenere sul server tutti i propri dati e le analisi è necessario effettuare un abbonamento che costerà circa 50 euro al mese. La destinazione d’uso è quella dei grandi coltivatori o per le seedbank, ma anche nell’utilizzo medico sia per i pazienti che per produttori e distributori”.





Comments are closed.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.