illinois cannabis tasse violenza
L’Illinois si conferma uno stato all’avanguardia nell’utilizzare i proventi delle tasse della cannabis per scopi sociali. L’ultima iniziativa in ordine di tempo, annunciata nei giorni scorsi, sarà l’utilizzo di 3,5 milioni di dollari per un programma che punta a ridurre la violenza attraverso programmi di intervento nelle strade.

La legge con la quale è stata legalizzata la cannabis nello stato americano, infatti, prevede che il 25% delle tasse sulla marijuana debba essere reinvestito nelle comunità più colpite da violenza, incarcerazione e povertà; le nuove sovvenzioni sosterranno gli sforzi per combattere specificamente la violenza durante i mesi estivi, quando il tasso di criminalità tende a crescere.

“Dobbiamo affrontare le cause alla radice della violenza e investire nelle comunità e nelle persone che meritano più risorse e opportunità di quelle che sono state storicamente date” ha detto la governatrice Juliana Stratton in un comunicato stampa. “Queste sovvenzioni aumenteranno la programmazione, le opportunità di lavoro, forniranno spazi sicuri e altri sbocchi positivi per i giovani e gli adulti emergenti. Quando diamo potere alle persone, cambiamo le vite e le comunità”.

L’Illinois ha iniziato ad incassare più dollari di tasse dalla cannabis che dall’alcool all’inizio di quest’anno, come ha riferito il Dipartimento delle entrate dello stato a maggio e come riportato da Marijuana Moment. Da gennaio a marzo, l’Illinois ha generato circa 86.537.000 dollari di entrate fiscali da cannabis per adulti, rispetto ai 72.281.000 dollari delle vendite di alcolici. Non solo, perché a marzo è stata venduta cannabis per un totale di 109 milioni di dollari, con un aumento del 35% rispetto alle vendite del mese di febbraio, che si erano fermate a 80 milioni, stabilendo il nuovo record mensile per il Paese.

Mentre a livello sociale le iniziative che hanno fatto più clamore sono state la cancellazione di quasi 500mila condanne legate alla cannabis. E poi il finanziamento delle scuole pubbliche, che ricevono più di 850mila dollari l’anno provenienti sempre dalle tasse della cannabis legale.





Comments are closed.

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

<b>Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!</b>

This happens because the functionality/content marked as "%SERVICE_NAME%" uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: "click.