euro-dollaro

Il signoraggio è un argomento vastissimo e molto delicato. Riguarda tutti noi, nessuno escluso, quindi credo che ognuno di noi dovrebbe cercare di interessarsene. In rete si trovano notizie confuse a riguardo, contraddittorie e per nulla semplici da capire. I mass media invece, non si azzardano nemmeno a nominarlo, ma di questo (specie in Italia) non c’è da stupirsi. Io è da alcuni anni che “lo seguo” per cercare di farmi un’idea e per capire di cosa si tratta. Con questo mini-articolo, vorrei introdurvi all’argomento, o per chi lo conoscesse già, fornirgli ulteriori informazioni in merito.

Riporto di seguito alcune definizioni che ritengo abbastanza esaustive.
Definizione illusoria: in alcuni manuali di economia universitari si definisce “signoraggio” il denaro creato dal nulla dalla Banca Centrale per comprare titoli di Stato. Esso è in questo caso inteso come un ricavo del Governo, che in tal modo evita di chiedere tasse o soldi presso il pubblico (ma aumenta il debito pubblico!).

Definizione realistica: guadagno del sistema bancario derivante dalla differenza di interessi sui prestiti e sui depositi.

Definizione reale: guadagno del sistema bancario (fatto salvo sulle monete metalliche che va allo Stato) dato dalla differenza tra valore nominale e valore intrinseco della moneta emessa (di carta o elettronica che sia), al quale si aggiunge il guadagno sugli interessi. (fonte: signoraggio.info)

La definizione su Wikipedia invece, è la seguente: Il signoraggio è l’insieme dei redditi derivante dall’emissione di moneta. Gli economisti intendono per signoraggio i redditi che una banca centrale ed uno stato ottengono grazie alla possibilità di creare base monetaria in condizioni di monopolio. Negli stati moderni, solitamente, una banca centrale stampa le banconote mentre lo stato (ad esempio tramite una zecca) conia le monete, ed entrambi hanno un reddito da signoraggio.

Vi consiglio infine, la visione (o meglio l’ascolto) del video (https://www.youtube.com/watch?v=xIkr5yxEPl0) andato in onda anche nello Zoo di 105 (a cui va tutta la mia stima).
Qualunque idea vi facciate a riguardo, non c’è da esserne contenti. Ma meglio essere informati e incazzati, piuttosto che ignoranti e felici!

 





Leave a Reply

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.