alimenti-a-base-di-canapa-610x425

Il seme di canapa, in realtà è un frutto composto da un guscio, che contiene fibre dietetiche e clorofilla, e da un cuore o embrione nel quale sono separatamente piazzati i due germogli, le cui cellule contengono l’energia e le sostanze per la crescita. I nutrienti di maggior spicco presenti in questo seme sono proteine di alta qualità e digeribilità, e acidi grassi essenziali insaturi (Omega 3 e 6); contiene anche una buona quantità di carboidrati, calcio, magnesio, potassio e ferro, importanti vitamine, tra cui la vitamina E (potente antiossidante) e caroteni necessari per la crescita e la vista, e sostanze in traccia come fitosteroli che ostacolano l’assorbimento del colesterolo e fosfolipidi (Lecitina) che aiutano a scindere i grassi ingeriti e migliorano il loro utilizzo da parte del fegato (TABELLA 1).

Nessun alimento vegetale può essere paragonato ai semi di canapa per valore nutritivo. Mezzo chilo di semi fornisce tutte le proteine, gli acidi grassi essenziali e la fibra necessari alla vita umana per due settimane” Dott. Udo Erasmos da Fats that Heal, Fats that Kill – Alive Books, 1993

La canapa ha la più alta percentuale di acidi grassi essenziali, ossia l’80%. L’olio di semi contiene solo l’8% di grassi saturi, e il 55% di acidi linoleici.

Il Dottor Udo Erasmus, un’autorità sui grassi e gli oli alimentari, ha dichiarato che l’olio di canapa è “l’olio naturale maggiormente bilanciato” per il suo alto contenuto ed il rapporto ottimale 1:3 dei due acidi grassi essenziali Omega-3 Linolenico (LNA) ed Omega-6 Linoleico (LA). Questo incredibile olio contiene anche un 3% circa di Omega-6 gammaLinolenico (GLA) (TABELLA 2).

“Gli acidi grassi essenziali sono responsabili delle nostre reazioni immunitarie. Nel medioevo i contadini mangiavano burro di canapa e grazie a ciò avevano una maggiore resistenza alle malattie contagiose, rispetto alla nobiltà che si rifiutava di mangiare la canapa, perché ritenuta un alimento povero”. Dr. R.Lee Hamilton, ricercatore in campo medico e biochimico – Università della California.

“Essi ripuliscono le arterie e rafforzano il sistema immunitario.” Dr. R.Lee Hamilton

LA ed LNA sono essenziali per la nutrizione dell’uomo e dovrebbero essere parte dell’assunzione giornaliera di cibo; il corpo umano ha bisogno di entrambi gli acidi grassi per produrre alcuni ormoni, per il mantenimento e la composizione del sistema immunitario e la continuità del metabolismo cellulare.

Caratteristiche principali di LA e LNA:
trasportano l’ossigeno nella membrana cellulare creando una barriera contro virus e batteri;
la loro forma ricurva li rende molto compatti e scivolosi, non ostruiscono le arterie come i saturi più appiccicosi;
hanno una carica leggermente negativa e formano strati sottili, facilitando la tensioattività (il trasporto e l’espulsione delle tossine di scarto dagli organi)

Il GLA è un fattore importante per la biosintesi delle prostaglandine, necessarie a mitigare le infiammazioni, migliorare l’efficienza di nervi e muscoli, e regolare la pressione sanguigna. In condizioni di normalità il corpo umano possiede sufficienti quantità di GLA per la produzione di prostaglandine; in caso di di stress, cattiva nutrizione o a causa di falsi segnali genetici dovuti alla sottonutrizione o alle infezioni, il funzionamento di questo nostro sistema di “pronto-soccorso” viene alterato. Il GLA è perfetto nella prevenzione di malattie come l’artereosclerosi, e nell’alleggerire i sintomi delle neurodermatiti e di altre allergie.

Solo la soia ha un contenuto proteico più elevato, ma la canapa è una delle migliori fonti di proteine, la cui combinazione è sicuramente unica (TABELLA 3). Il 65% delle proteine contenute nei semi si presentano sotto forma di globuline edestine, facilmente digeribili (edestos, digeribile) con una composizione simile al plasma sanguigno; insieme alle albumine costituiscono tutti gli aminoacidi essenziali, per far sì che il nostro corpo possa creare altre proteine come le immunoglobuline – anticorpi contro le infezioni. Inoltre, il seme di soia non è facilmente assorbibile (soffre dei fattori antinutrizionali inibitori della tripsina) e contenendo oligosaccaridi causa aerofagia. Inoltre quasi tutti i semi di soia presenti sul mercato sono OGM.

La canapa non ha bisogno di diserbanti o pesticidi, cresce ovunque anche in condizioni sfavorevoli, è la pianta ideale a livello nutrizionale e ambientale; inoltre, a differenza di altre piante, è resistente alla ormai crescente irradiazione di UV causata dalla distruzione degli strati d’ozono; insomma se non fosse l’uomo a decidere di non farla sviluppare, potrebbe rappresentare la naturale soluzione a molti problemi.

2015-06-18 02.30.59 pm

2015-06-18 02.31.14 pm





Comments are closed.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.