2015-04-23 02.45.00 pmIntroduzione
Lo scotto per ogni tipo di ricerca, lavoro, rischio, spesa e lunga e paziente attesa è un meraviglioso raccolto. Cloni e semenze forti, sane e ben sviluppate producono il raccolto migliore. Un raccolto ben organizzato è essenziale per preservare la qualità della cannabis e diminuire il carico di lavoro.

Si raccoglie quando le piante sono alla loro massima maturazione. Quello del raccolto è un momento delicato e dipende da come vi piace il prodotto, come vedremo in seguito. Il momento massimo della raccolta dura circa 5-7 giorni. Una volta effettuata la raccolta, la maggior parte dei coltivatori cura I boccioli prima di seccarli lentamente in modo da preservare il THC. Dopo averli essiccati, i boccioli dovrebbero essere ben curati per garantire la conservazione del loro pieno gusto e aroma. Come un buon vino, il tempo e l’attenzione fanno migliorare il gusto e la fragranza.

Prima del raccolto
La fragranza è spesso un problema prima, durante e dopo il 2015-04-23 02.45.23 pmraccolto. Si può controllare la fragranza grazie all’essiccatura e mantenendo l’ambiente ben ventilato. Se possibile lasciate circolare aria fresca per rimuovere velocemente eventuali odori estranei. Infatti, se l’aria è stagnante, gli odori possono aumentare ed accumularsi. Mantenete una temperatura al di sotto dei 70°F (21°C) in questo modo gli oli essenziali della cannabis non si volatilizzeranno e rilasceranno profumi molto piacevoli. L’aria andrà poi filtrata prima di farla fuoriuscire con un filtro al carbone.

Per evitare di introdurre l’odore di fertilizzanti organici o chimici nei boccioli, effettuare risciacqui con acqua o delle soluzioni speciali così da rimuovere ogni possibile residuo chimico. 10-14 giorni prima della raccolto, irrigate il giardino con dell’acqua distillata oppure trattata con dell’osmosi inversa. Utilizzate una soluzione purificante come Final Flush® se dovete usare acqua del rubinetto che contiene dei sedimenti e minerali vari. Alcuni coltivatori fertilizzano fino a 3-4 giorni prima della raccolta utilizzando poi una soluzione speciale per rimuovere eventuali residui di fertilizzante. 2015-04-23 02.45.30 pmLasciate sempre almeno un 10 % di spazio di scolo sul fondo dei contenitori. Se utilizzate un sistema di ricircolo idroponico, cambiate l’acqua dopo i primi 4 giorni di applicazione. Continuate a cambiare la riserva con acqua pulita. Non annaffiate 2-3 giorni prima del raccolto. La terra dovrebbe essere abbastanza asciutta, ma non troppo secca. Questo velocizzerà il tempo dell’essiccatura e non influenzerà la qualità del prodotto.

La Raccolta
2015-04-23 02.45.37 pmLa crescita termina con la raccolta ed il contenuto di THC non può aumentare. Rimarrà lo stesso oppure diminuirà dopo la raccolta. Un metodo di raccolta adeguato è la chiave per mantenere tutta la potenza del THC. Prolungati periodi di luce, massaggi da mani morbide, temperature al di sopra dei 80°F (27°C), le giuste condizioni di umidità servono per evitare il degrado e la diminuzione del THC.

2015-04-23 02.45.59 pmCome vedere se il fertilizzante ha influito sul gusto.
1. Le punte ed i bordi delle foglie sono bruciati
2. Le foglie sono fragili durante la raccolta
3. I boccioli scoppiettano quando bruciano.
4. I boccioli sanno di sostanze chimiche
5. I boccioli sanno di fertilizzante

Il THC viene prodotto nelle foglie, nei fiori e nei tricomi ghiandolari, spesso chiamati ghiandole della resina o 2015-04-23 02.46.15 pmsemplicemente tricomi. Gli steli e le radici possono profumare in modo tale da sembrare fumabili, ma conengono pochissimi cannabinoidi, e se ci sono, sono poco psico-attivi. Le piante maschio contengono pochissimo THC e vengono raccolte prima che impollinino le femmine. Queste ultime sono raccolte quando i tricomi mostrano la loro massima maturità. Le foglie vengono raccolte per prime. I coltivatori appendono poi le piante a testa in giù perché in questo modo è semplice, conveniente e pratico non disperdere alcun potenziale 2015-04-23 02.46.24 pmelemento di THC presente nei boccioli. Anche bollire le radici per estrarre il THC è pazzesco!

Foglie
Una volta che le foglie più grandi sono perfettamente formate, il THC ha raggiunto il suo picco massimo di potenza. Le foglie più piccole intorno ai boccioli continuano a sviluppare resina fino a quando non diventano mature. Tale picco di potenza viene mantenuto dal momento in cui le foglie sono verdi e sane; non si perde nulla lasciandole sulla pianta. Raccogliete 2015-04-23 02.46.35 pmle foglie se iniziano a diventare gialle o a morire in quanto la potenza inizia a diminuire. Questo vale soprattutto per quelle foglie che crescono prima dei boccioli. Le foglie più larghe diventano gialle quando il fertilizzante ricco di nitrogeno è utilizzato durante la fioritura.

Tagliate l’intera foglia, incluso lo stelo e conservatela in una borsa. Le borse di carta traspirano meglio e possono essere ben chiuse. Quelle in plastica non fanno traspirare e così devono essere lasciate aperte. Se non si toglie anche la parte di stelo, questa può iniziare a marcire e morire e questo potrebbe attirare insetti. Rimuovendola si evitano un sacco di problemi. Conservate la borsa di carta in una piccola area con una percentuale di umidità del 40-60% ed una temperatura di 60 -70°F (15-21°C). Lasciatela lì per un paio di giorni e poi osservate le foglie: dovranno essiccare in circa 5-7 giorni. Una volta secche, mettetele nel freezer per prepararle per farne 2015-04-23 02.46.53 pmdel Ice-OLator Hash.

La raccolta dei
I fiori maschili possono produrre polline già 2 settimane dopo aver modificato le luci secondo il programma 12 ore giorno/notte. Controllate i fiori precoci. 3-6 settimane dopo l’inizio della fioritura, le sacche di polline si aprono e continuano a produrre fiori per molte settimane. Una volta che i fiori maschili sono chiaramente visibili ma non ancora del tutto aperti, la produzione di THC è al massimo livello. (Vedere anche “Il raccolto di Sinsemilla per avere informazioni sulle ghiandole). Questo è il periodo migliore per la raccolta. Una volta che i maschi rilasciano il polline, inizia il processo di degradazione e I fiori cadono. Raccogliete i maschi con grande attenzione, specialmente se sono vicini alle femmine, Tagliate la pianta alla base e scuotetela il meno possibile. Per evitare una impollinazione involontaria, coprite attentamente la pianta maschile con una borsa di plastica. Oppure, se vedete una sacca di polline aperta, bagnatela con dell’acqua per 2015-04-23 02.47.11 pmrendere il polline sterile. Mantenete i maschi utilizzati per la coltivazione il più lontano possibile dalle femmine in fioritura. Tenete i maschi isolati fino al momento dell’utilizzo. Dopo un mese, il maschio tornerà alla sua ricrescita vegetativa anche se conserverà ancora delle sacche di polline. I maschi possono anche essere clonati e tenuti in uno stato vegetativo fino al momento del bisogno. Inducete la fioritura circa 3 settimane prima di utilizzare il polline. Entro 3-5 settimane, il maschio sarà pieno di sacche di polline fertile pronte per essere utilizzate.

2015-04-23 02.47.17 pmProlungate la raccolta dei maschi rimuovendo i fiori man mano che essi compaiono. I nuovi fiori spunteranno presto. Continuate a rimuovere le sacche di polline fino a che le femmine saranno a 2 settimane dalla loro completa fioritura. Togliere i fiori delle piante maschili uno ad uno può essere noioso e lungo, e spesso se ne lasciano alcuni.

Raccogliendo la maggior parte dei rami maschili, lasciando solo uno o due steli con del polline, è molto pratico. Un singolo fiore maschile contiene abbastanza polline da fertilizzare 2015-04-23 02.47.30 pmmolti ovuli femminili; un singolo ramo pieno di fiori maschili è necessario per produrre polline sufficiente per una completa coltivazione casalinga.

Raccolto di Sinsemilla
I fiori di Sinsemilla sono maturi dopo 6-12 settimane che il ciclo di luce viene modificato a 12 ore. Il miglior periodo per il raccolto di Sinsemilla è quando la produzione di THC ha raggiunto il picco massimo di potenza e non ha ancora incominciato il processo di degradazione. Varietà indoor 2015-04-23 02.47.37 pmradicate vengono create in modo che raggiungano tutte il picco massimo di poenza allo stesso tempo. Le punte dei fiori inferiori che hanno ricevuto meno luce non sono tanto glassate di resina come i rami superiori e la loro maturazione potrebbe essere più lenta. Varietà che maturano tutte allo stesso tempo tendono ad avere un periodo da quattro a cinque settiamane di rapida formazione di boccioli prima che la crescita si calmi. Il raccolto viene effettuato da una a tre settimane dopo che la crescita è rallentata. Varietà pure di indica e molti incroci di indica/sativa, vengono scelte da sei a dieci settimane dopo aver indotto la fioritura, mentre incroci di indica con maggior dominante sativa, come ‘Skunk Numero 1’, possono non essere pronte per almeno dieci settimane. Coltivatori commerciali spesso scelgono boccioli immaturi di sei settimane di vita così possono fare anche un raccolto in più ogni anno.

Varietà pure di sativa, specialmente specie Thai e Asian che sono state coltivate da semi originali, richiedono più tempo per fiorire una volta che il ciclo di luce viene cambiato a 12 ore. Potrebbero volerci quattro mesi perché finiscano la fioritura! Questi tipi tendono a produrre boccioli ad un ritmo uguale attraverso tutto il periodo di fioritura senza alcun declino notevole nel ritmo di crescita. Pochi coltivatori indoor hanno il tempo e la pazienza di coltivare varietà di sativa pura a causa del loro lungo periodo di fioritura, dei gambi lunghi ed esili, e della scarsa rendita. Boccioli in cima alla pianta raggiungono il loro picco massimo di potenza aluni giorni fino ad un paio di settimane prima dei boccioli inferiori. Sativas equatoriali a lunga fioritura potrebbero richiedere divesri raccolti. I pistilli si trasformano da bianchi a marroni o marroni-rossicci quando i fiori in cima sono maturi. Quando i pistilli cambiamo colore significa che le piante stanno diventano mature; tuttavia, non è il miglior indicatore del livello di picco massimo di maturità. Dopo ulteriore ricerche mettendo in pratica, ho imparato che è difficile distinguere in tutte le specie il livello massimo di maturità dal colore dei pistilli. Il metodo migliore che indica la maturità di punta è il colore delle ghiandole di resina o dei tricomi.

Le ghiandole di resina cambiano colore quando maturano. In principio, le ghiandole sono trasparenti. Come continuano a maturare, diventano di un colore latte traslucido e, infine diventano giallo ambra. Ghiandole di resina che vengono ammaccate dallo spremere e dagli urti deteriorano più velocemente. Non tutte le ghiandole di resina sulla stessa pianta o lo stesso bocciolo cambiano colore simultaneamente. Il processo è graduale, e ghiandole individuali cambiano a ritmi differenti. Ovviamente ci sono eccezioni come per la specie ‘Blueberry’, la quale genera ghiandole di resina più scure e perfino dal tono purpureo. Per dare un’occhiata da vicino alle ghiandole di resina, usare una lente che ingrandisce 10 volte, una lente da gioielleria, oppure un microscopio a mano che ingrandisce da 20 a 50 volte. Il mio preferito è un microscopio a mano usato dai collezionisti di francobolli che ingrandisce 30 volte ed ha una lampada a batterie. Guardare le ghiandole di resina senza raccogliere i boccioli, oppure prendere una piccola, sottile porzione di un bocciolo maturo e metterlo sotto al microscopio a regolazione minima 30 volte. Se il microscopio non ha una lampada, sarà necessaria una torcia per avere una veduta senza ombreggiature.

Lo sviluppo delle ghiandole di resina sarà in una delle tre fasi–trasparente, traslucide o bianche come latte, e gialle ambra. Raccogliere quando la maggior parte delle ghiandole sono trasparenti e solamente alcune hanno incominciato a diventare bianche come latte. Il raccolto prematuro sulle piante, prima che alcune delle ghiandole diventino bianche lattee, le fa diventare meno psico-attive, perché contengono meno quantitativi di THC. Raccogliere a questo punto produce un fumo cerebrale, sublime, impetuoso. Il corpo viene colpito in quantità minori. Specie pure di sativa e sativa-dominanti sono perfette per questo scenario di raccolto.

Un tricoma è uno “stelo di pianta”. I tricomi trovati sulla cannabis terapeutica sono di carattere ghiandolare e secretivo. Questi tricomi ghiandolari forniti di stelo sono composti da un gambo con una testa di resina. Assomigliano ad un palo con un pomello in cima. Si formano sui boccioli e sulle foglie piccole. La concentrazione maggiore di THC è localizzata alla base della testa di resina. Il periodo migliore per la raccolta è quando questi tricomi hanno sviluppato una testa sferica e da trasparente a bianca crema. Ghiandole maturate cominciano a diventare giallo ambra e più tardi marrone e diventano più piccole; si decompongono, e il contenuto di THC diminuisce. Controllare i boccioli tutti i giorni a cominciare dalla sesta settimana di fioritura. Controllare diversi boccioli derivanti da diverse piante per assicurarsi che la massima quantità di tricomi sia matura per il raccolto.

Tricomi Cystolith hanno una punta acuta e sono spesso lunghi simili a pelo. Questi tricomi protetti sono comunemente sottostanti alle foglie. Ghiandole Cystolith emanano sostanze che sono insetticida e vermicida, che incollano le parti della bocca di animali nocivi, e li cacciano, ma non hanno alcun THC. Per raggiungere il picco massimo di maturità, procedere con il raccolto quando metà (50 percento) dei tricomi sono diventati di un color crema traslucido. A questo punto, l’high sarà entrambi cerebrale e fisico con un effetto (da sbronza) in testa e corpo.

Per un effetto sul corpo raccogliere quando la maggior parte dei tricomi sono diventati giallo ambra. Le specie indica pura, afghana,e dominanti indica che vengono raccolte in questa fase possiedono un effetto pesante sul corpo, o da bloccarti sul divano. Aspettare nel raccolto di varietà di sativa pura e dominati sativa fino a questo stadio non trae alcun vantaggio per queste specie. Il miglior periodo per la raccolta di queste specie è quando le ghiandole di resina sono dal colore chiaro al colore latteo.





Comments are closed.

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

<b>Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!</b>

This happens because the functionality/content marked as "%SERVICE_NAME%" uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: "click.