2015-03-18 05.14.21 pmMolti coltivatori e produttori per hobby interessati, mi hanno chiesto di parlare della possibilità di aumentare lo sfruttamento del sole naturale in modo da ottenere più di un raccolto all’anno. Non è difficile, ma richiede una programmazione molto accurata, disponibilità e premura con le piante. Il tutto comprende un grande lavoro nel trapiantare e sicuramente molto lavoro nel clonare, ma tutto ciò darà al coltivatore una vera sensazione di realizzazione, una volta che il sistema funziona. Non solo è la tecnica di coltivazione probabilmente più economica ed altamente produttiva che può essere svolta con l’uso di una fonte di luce gratuita,ma spiega anche gli elementi reali che entrano in gioco per avere quel perfetto raccolto compatto e veloce.

É uno dei balzi di qualità necessari che un coltivatore deve aver fatto tra le proprie esperienze, che sicuramente gli porterà un 2015-03-18 05.14.37 pmsorriso sulla faccia, se mai avesse l’opportunità di mettere in pratica questa conoscenza in una greenhouse o in un outdoor protetto. Prima mettiamo tutto ciò su una linea di tempo per i coltivatori dell’emisfero nord (NH). La prima volta che è possibile mettere le piante in terra in una greenhouse o in uno spazio di coltivazione outdoor, è quando le ore di luce solare permettono alla pianta di crescere. Ciò normalmente avviene cominciando verso il 20 di aprile e significa che le ore di luce solare sono circa 17 o 18, ma a seconda di dove vi trovate nel NH, può essere una settimana di più o una di meno da questa data. Il sedersi con carta e penna e dividere i tempi di crescita e fioritura su una linea di tempo è un punto di riferimento importante.

2015-03-18 05.15.17 pmConsiderando che le piante solitamente cominciano a cambiare i propri ormoni in fiori , quando le ore di luce scendono a 12 o meno, sarebbe ragionevole dire che entro la fine di luglio o inizio agosto le piante cambiano entrando nella fase di fioritura, il problema è dopo due settimane dall’inizio di questa fase si riconoscono fisicamente le piante. Come regola generale, se si formano i pistilli e non si tratta di una pianta autofiorente, la fase di fioritura è iniziata due settimane prima. In un ciclo di fioritura naturale, la pianta dovrebbe completare la fioritura tra le 6 e le 10 settimane con una fase di luce di 12 ore.

Ora per prendere in considerazione di crescere e raccogliere una pianta in primavera e poi rifare il giro veloce delle piante per raccogliere anche in autunno, dovete essere preparati con piante 2015-03-18 05.15.40 pma sufficienza, preferibilmente cloni, dal momento che questi permettono un raccolto considerevole e sono elemento di sicurezza di un tipo di pianta per tutti i bisogni di coltivazione.

Occorre considerare l’uso cloni di una pianta che ha un ciclo di fioritura breve, preferibilmente di 6-8 settimane, così uno strain che sia prevalentemente indica potrebbe essere la scelta giusta per fare due raccolti in una stagione naturale di luce solare.

Una pianta madre che dia abbastanza cloni pronti da essere usati in aprile deve essere cresciuta sotto luci artificiali versi gennaio… tagliando poi i cloni 3-4 settimane prima della data scelta in 2015-03-18 05.15.54 pmaprile, in modo che i cloni abbiano il tempo di stabilire un sistema di radici solido pronto a continuare la crescita appena vengono piantate a terra. Tagliare sempre il 20% di cloni in più di quelli di cui avete bisogno, così da bilanciare qualsiasi perdita durante il processo di radicamento, dato che potete sempre gettare via quelli extra, ma se ve ne mancano non potete riempire gli spazi ritagliando i cloni e ripiantandoli in tempo.

Per cominciare a piantare verso il 20 di aprile e far sì che i cloni crescano in tempo e abbiano radici robuste, questi dovrebbero essere stati tagliati della pianta madre l’ultima settimana di marzo. Il periodo di trapianto dei cloni, il lasciar svolgere al sole il 2015-03-18 05.16.03 pmproprio compito e permettere alle piante di sistemare le proprie radici, è di due settimane. Dopo questo periodo di 10 giorni + 2 settimane il clone dovrebbe aver iniziato la propria fase di crescita e quasi sicuramente aver fatto comparire un paio di foglie oltre ad essersi alzati di alcuni cm.

Il segreto per portare a casa un raccolto piantato in primavera è di non aspettare fino a che la pianta raggiunga un’altezza che di norma potresti considerare accettabile prima di procedere alla fioritura, ma di oscurare l’intera area delle piante o le piante individuali dopo che è passato questo periodo di due settimane. Ciò significa che i cloni dovrebbero essere sottoposti 2015-03-18 05.16.24 pmad un regime di oscurità non più tardi del 10 maggio. Oscurare le piante per un periodo regolare di 12 ore ogni giorno per le 6-8 settimane intere sarà l’unico fattore determinante per raccogliere in tempo dei fiori compatti e robusti.

L’oscuramento è qualcosa che i coltivatori di fiori usano da molti anni nelle greenhouse e nei tunnels. Ogni tipo diverso di fiore ha una fase foto-stimolante, ciò significa che comincia a fiorire quando la luce del sole naturale ha raggiunto la proporzione di buio/luce di cui il fiore necessita. La magnolia fiorisce all’inizio della primavera e a volte alla fine dei mesi invernali dove le ore di luce arrivano a 10 e le ore di buoi sono 14… perciò ogni pianta misura la luce in modo predeterminato dicendole di fiorire oppure crescere. Dal momento che sappiamo che la Cannabis è stimolata generalmente da una proporzione di buio/luce di 12/12 e cresce con 18/6, possiamo bloccare la luce del sole naturale per riprodurre la fioritura invece che lasciare la pianta a seguire il suo corso naturale e continuare a crescere fino a quando le ore di luce solari naturali raggiungono 18/6 secondo la fase delle stagioni.

Ci sono molti sistemi sistemi automatici che possono essere installati in un tunnel o una greenhouse che farebbero tutto ciò perfettamente senza alcun uso di lavoro manuale… però costano. Una versione economica è usare un sacco di plastica nero o costruire una struttura oscurante che copra la pianta facilmente, il tutto deve essere fatto da una persona in maniera regolare e costante. Per essere efficace deve essere buio pesto come la notte, ed è consigliato farlo alla stessa ora del giorno tutti i giorni così che la pianta formi dei fiori robusti e consistenti.

Il buio pesto permette che i fiori si formino bene e densamente, non la luce del sole come crede molta gente. La luce del sole è importante nella fotosintesi, la quale converte la luce del sole in crescita e sviluppo per la pianta. Il fiore della pianta dipende dal buio pesto nel caso della Cannabis. Perciò controlla che il sistema di oscuramento che utilizzi non permetta alla luce di entrare e se hai dubbi prova come se fossi la pianta e mettiti sotto il materiale di copertura. Se non riesci a vedere la tua mano aperta mentre sei nell’area oscurata allora significa che tutto va bene per la fioritura. Se invece ci sono delle aree in cui la luce si infiltra allora la pianta potrebbe confondersi ed agire di conseguenza, producendo fiori soffici non compatti e non finiti. Non posso enfatizzare abbastanza quanto sia importante avere oscurità completa altrimenti questo processo non sarà ricompensante o di alcun uso.

Per ricapitolare, tagliamo i cloni l’ultima settimana di marzo, li facciamo radicare e li piantiamo entro il 20 di aprile, li lasciamo crescere sotto la luce naturale del sole fino al 10 maggio, quando poi oscuriamo la zona piantata con un regime 12/12 per 6-8 settimane, portandoci alla fine di giugno o la prima di luglio durante la quale faremo il raccolto. Arrivati a questa fase avremmo dovuto chiarire che c’è bisogno di far nuovi cloni della pianta madre ed avere abbastanza coni disponibili da riuscire piantare l’intera zona dove stiamo raccogliendo le piante finite. Ciò significa che, secondo la nostra scala temporale, il secondo set di cloni dovrebbe essere stato completato e mandato a radicare entro l’inizio o la metà di giugno, così saranno pronti per essere piantati entro la prima settimana di luglio.

Una volta che il secondo set di cloni è stato piantato, allora puoi decidere di lasciarli seguire il corso della stagione in modo naturale dal momento che ci sarà lo stesso abbastanza tempo perché le piante crescano e fioriscano come da natura. Io suggerirei di usare nuovamente il sistema di oscuramento quando le piante iniziano da sé la fase di fioritura, prevista per agosto, in modo da assicurarsi che il potenziale del fiore venga raggiunto senza alcun possibile fallimento. Dal momento che ci sono occasioni in natura in cui le nuvole coprono le piante o la luce è povera, ciò potrebbe influenzare il risultato finale in maniera avversa. Oscurare una pianta significa che puoi contare su una data di scadenza per il completamento, giorno più giorno meno… il che significa che puoi progettare i giorni in cui avrai bisogno di aiuto e così via.

Ci sono modi per continuare a fare un altro raccolto con l’uso di luce supplementare e di piante predominanti sativa, ma ne discuteremo in futuro dal momento che è possibile ma costoso e necessita di tipi di specie molto più specifiche. La maggior parte delle persone che provano questa tecnica dell’oscuramento si convincono che questo metodo, effettivo nei costi ed eccellente nella rendita della pianta e trovano difficile tornare alla coltivazione indoors con luci (al più che non sia durante i mesi invernali). Perché, se riesci a convertire una piccola greenhouse o tunnel e puoi dedicarti ed investire nel sistema regolare d’oscuramento, ti assicuro che cambierai il modo in cui vedi la coltivazione. Infatti, direi, sarà l’inizio di un salto di qualità necessario nella sua crescita come produttore primario.

 





Leave a Reply

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.