In materia di droghe il Portogallo ha già dimostrato di essere tra i paesi più progressisti dell’UE e, ad oggi, è uno dei maggiori produttori di cannabis di grado medico (ad alto THC) del continente.

Nonostante ciò, il governo lusitano non sembra volersi limitare alla marijuana terapeutica, infatti l’idea è quella di discutere in Parlamento la possibilità di legalizzare la cannabis per uso ricreativo, seguendo l’esempio di due paesi pionieri come Uruguay e Canada. È quanto ha affermato il deputato Moisés Ferreira del Bloque de Izquierda (BE) – partito al governo con i socialisti del primo ministro Antonio Costa – il quale ha anche dichiarato di aver pronta una proposta di legge per la regolamentazione integrale del mercato.

Il progetto di legge comprende vari punti tra i quali l’ottenimento di licenze per la coltivazione, la vendita in esercizi autorizzati e la possibilità di coltivare cannabis a scopo personale fino a un massimo di 5 piante. Seguiremo da vicino l’evolversi del disegno di legge di BE alla camera portoghese, che in passato ha già rigettato una precedente proposta di legalizzazione presentata da questa formazione politica.





Comments are closed.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.