E dopo Colombia, Argentina e Uruguay anche il Perù legalizza l’uso della cannabis per scopi terapeutici.

La votazione del Congresso, che ha visto 66 voti a favore, 4 contro e 3 astenuti, elimina il divieto di uso, coltivazione e distribuzione della cannabis medica nella nazione sudamericana, per il trattamento di pazienti con malattie terminali o croniche.

Una proposta mossa proprio dal Presidente Pedro Pablo Kuczynski, dopo un acceso dibattito lo scorso febbraio, quando la polizia nazionale smantellò un laboratorio (illegale) nel distretto di Lima di San Miguel, dove veniva prodotto olio di cannabis per alcuni pazienti con malattie gravi.

Il fatto scatenò una grande indignazione pubblica perché pare che i coltivatori fossero prevalentemente madri, pronte a rischiare penalmente pur di dare una vita dignitosa ai propri bambini malati.

Da questo panorama uscì la proposta di legge votata i giorni scorsi che autorizza la produzione, l’importazione, la commercializzazione e l’uso sicuro e informato di prodotti derivanti da cannabis esclusivamente per scopi medici.

Per scoprire chi, come e quanto bisognerà attendere i legislatori, che hanno 60 giorni di tempo per stilare le norme che regolamentano l’uso legale della cannabis. Un momento storico per il Perù e soprattutto per tutti quei pazienti che desiderano una vita migliore.





Comments are closed.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.