2014-12-18 02.57.47 pmL’esperienza erotico-sessuale non può essere finalizzata ad un semplice “compito” svolto regolarmente o meno, all’interno della coppia; questa potrebbe cadere vittima, troppo precocemente, di atteggiamenti routinari e monotoni. L’attività sessuale ha “l’obbligo” di portare alla soddisfazione personale e credo vivamente che debba essere vista sotto un aspetto più ludico. Il giocare, l’improvvisare comportamenti fantasiosi, dare spazio ai propri desideri e bisogni, può e deve rappresentare un nuovo modo di vivere l’attività erotico-sessuale. Attenzione molto importante è non incastrarsi in forme “perverse”, che inevitabilmente porteranno ad un disequilibrio nella coppia. Vista la grande importanza che acquista “il gioco” nella sfera sessuale è necessario, comprendere l’utilità dei noti Sex Toys, che da sempre sollevano, in una società fondamentalmente ipocrita e bigotta come la nostra, curiosità, polemiche, dubbi e sciocche incomprensioni Prima di cominciare il nostro viaggio alla scoperta dei principali “giocattoli” è necessario ricordare che la chiave utile ad aprire le porte per una sana ed efficace relazione intimo-sessuale rimane la comunicazione. Infatti, una buona interazione con il partner è sempre necessaria a prescindere dall’utilizzo o meno di sex toys.

UN PO’ DI STORIA
I primi documenti che testimoniano l’utilizzo di sex toys risalgono al periodo Paleolitico. Infatti l’archeologo Gorge D’Enfer trovò alcuni manufatti durante degli scavi in Francia. Inoltre, un fallo verde, con ogni probabilità utilizzato come giocattolo sessuale e risalente a 4000 anni fa, è attualmente esposto al Museo dell’Antica Cultura Sessuale nei pressi di Shanghai. I “dildo” (oggetti fallici) erano utilizzati anche nell’antica Grecia, intagliati nel cuoio oppure scolpiti nella pietra, e chiamati olisboi. Questa usanza venne in seguito ripresa dai romani che utilizzavano per la loro produzione vari materiali come il cuoio, l’osso e il legno. Infatti, come non dimenticare Pompei, dove si possono trovare numerose stanze dipinte con scene di sesso anche con questi primi “giocattoli”.

Il medioevo poi di certo non si può dire che sia stato un buon periodo per questo tipo di argomenti, infatti la mentalità rigida di quell’era con il conseguente periodo della Santa Inquisizione, non vedeva di buon occhio l’esplorazione del piacere. Nonostante questo, l’utilizzo di dildos continuò e nel 1750 vi fu un noto scandalo , quando la Duchessa di Tanis (Germania) si travestì da uomo per sposare un’altra donna e facendo l’amore con riproduzioni falliche. Con la Rivoluzione industriale incominciò la vera commercializzazione dei sex toys. Infatti le scoperte di quell’epoca permisero di utilizzare nuovi materiali come il lattice, usato fino ad oggi. Solamente nel 1869 grazie al medico americano George Taylor, vi fu il primo brevetto di un oggetto vibrante per fare massaggi… Purtroppo a causa dei costi eccessivi,questo strumento rimase confinato in campo medico per la cura dell’Isteria fino ai primi anni del 900’.

Ora, possiamo cominciare ad analizzare le varie categorie di sex toys, ma siccome il campo preso in considerazione è molto ampio, sono costretto a dividere questa rubrica in 2 parti. Una delle divisioni che maggiormente condivido è la seguente: Sostituti, Ostacolanti, Punitivi e Accessori.

SOSTITUTI
Tra tutti spicca sicuramente il “Dildo”, ovvero una vera e proprio riproduzione del pene. Nel corso della storia è passato da tutti i tipi di forme e materiali, fino ad arrivare ai numerosissimi modelli presenti oggi. Un particolare dildo è quello doppio, con entrambe le estremità arrotondate, oppure il cosiddetto Strap-on ovvero un dildo che ha la possibilità di essere fissato al ventre femminile tramite delle cinture. Anche se questi oggetti sono usati soprattutto durante i rapporti omosessuali non mancano le testimonianze di coppie eterosessuali che hanno provato questo tipo di trasgressione.

Altro toy molto usato è lo Stimolatore clitorideo. Piccolo apparecchio vibrante che posizionato, appunto sul clitoride, può provocare intenso piacere ed orgasmi multipli. Anche qui le forme e i colori non mancano… Altro giocattolo per l’autoerotismo sono le “Dita cinesi” dei ditali in lattice dalle forme bizzarre e ricoperte di protuberanze necessarie alla stimolazione. Anche le “Perle di geisha” rivestono un ruolo molto importante nella masturbazione dalla coppia possono rivelarsi divertenti ed eccitanti. Queste sfere unite da un filo, devono essere inserite all’interno della cavità vaginale o anale, provocando un forte piacere per la dilatazione degli orifizi una volta sfilate. Per il piacere maschile, invece, possiamo trovare vagine in lattice anche vibranti, le famose bambole gonfiabili e le “Pompe a pressione” usate anche per l’ingrossamento del pene, che infilato in questo tubo di plastica viene messo sottovuoto grazie ad una pompa, provocando così la dilatazione dei capillari dei vasi sanguigni.

OSTACOLANTI
Sono tutti quegli oggetti che, una volta scelti dalla coppia, procurano piacere in quanto vanno ad ostacolare le dinamiche sessuali dei partner. Il padrone in questo campo è rappresentato dal “Bondage” assieme a tutti gli strumenti per praticarlo; corde, catene, nastro adesivo ecc… Farsi immobilizzare alcune parti del corpo come mani e piedi, può stimolare una particolare eccitazione dovuta al ruolo passivo subito. In fondo lasciarsi andare fidandosi del partner può essere non solo eccitante, ma sicuramente di rinforzo alla coppia stessa.

Similmente possono essere usate anche le manette che oltre ad ostacolare vanno a stimolare anche le fantasie collegate ai giochi di ruolo. Addentrandosi più nel BDSM si possono trovare un’infinità di toys ostacolanti: collari, corsetti, morsi, bavagli, cappucci ecc… Anche i “Cockring” possono rientrare in questa categoria. Questi anelli vanno a costringere la zona scrotale e la base del pene provocando una consistente erezione. Una versione esclusiva per i testicoli, ma simile a quella sopracitata è il “Ballstrecthers”.

PUNITIVI
Questi sono ovviamente legati al mondo Fetish/Bdsm. Tra partner consenzienti vengono usati per stimolare alcune zone del corpo con un lieve dolore che poi, si trasforma in forte eccitazione e piacere. Tra i più diffusi ci sono: Fruste, frustini, palette, racchette, piumini, pinze per capezzoli e genitali e soprattutto le candele. Usate per far gocciolare la cera calda sulle parti sensibili del corpo.

ACCESSORI
Sono praticamente infiniti, il moderno mercato del sesso ci ha letteralmente inondato di ogni tipo di oggetto sessuale… Sicuramente in primo posto è da nominare tutta la parte riguardante l’abbigliamento. Lingerie sexy, calzature con tacchi alti o particolari vestiti (fatti in latex, pelle oppure che ricreano le uniformi più comuni) sono presenti in quasi tutte le fantasie erotiche.

Anche i preservativi negli ultimi anni si sono parecchio evoluti, incominciando a unire la protezione dalle malattie ad uno scopo più ludico. Questo grazie a colori, odori, sapori e forme sempre nuove o di ogni gusto. Anche i piercing possono essere considerati come sex toys, a detta di molti se applicati sui capezzoli o sui genitali, possono aumentare di molto la sensibilità e quindi il piacere..

Un accessorio decisamente più particolare e meno conosciuto è L’occhio di capra. Consiste in un anello elastico da posizionarsi sull’asta eretta, dove su tutta la circonferenza sono presenti dei filamenti che stimolano la donna durante la penetrazione.

CONCLUSIONI
La varietà dei sex toys può stimolare realmente l’interesse ludico ed erotico degli individui e allo stesso tmep può condurre i componenti della coppia ad confrontarsi costantemente. Questo porta alla coppia a maturare interessi ed impegni “alternativi” abbattendo sciocche routine e soprattutto stimolando l’intesa sessuale. Spesse volte però, può non essere così facile e scontato riconoscere il bisogno e/o l’utilità di elementi ludici come quelli sopra descritti. A tale riguardo, può essere necessario abbattere falsi preconcetti e stupidi moralismi, o comunque riconoscere, dando spazio a bisogni delle partner che, molto probabilmente, quelle necessità potrebbero non essere così distanti dalle proprie.

Dall’esperienza clinica è facile riconoscere alcuni imbarazzi quando si propone di visitare un sexy shop o una boutique erotica alla coppia con disagi sessuali ma , dopo il superamento della resistenza iniziale, è altrettanto facile riconoscere l’input necessario che avvia quel processo di cambiamento nella psicologia degli individui. La sessualità da un’angolazione diversa, probabilmente molto più libera e divertente! Il piacere viene sentito come parte necessaria e importante da condividere con il partner, ma cosa più importante da sperimentare senza freni inibitori. Unica regola insindacabile, è quella di divertirsi e giocare liberamente nel rispetto di se stessi e degli altri.

Rubbershin – rubbershin@live.it

 





Leave a Reply

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

<b>Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!</b>

This happens because the functionality/content marked as "%SERVICE_NAME%" uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: "click.