Walter Greenleaf, esperto di neuroscienze e comportamento nonché sviluppatore di tecnologie mediche presso la Stanford University, ha elaborato un software che utilizza le informazioni tratte da dispositivi indossabili e da altre fonti e indica come ci stiamo prendendo cura del nostro corpo allo scopo di mostrare, con l’ausilio di un avatar tridimensionale. come invecchieremo. In un’intervista per Sputnik Futures Greenleaf ha condiviso alcuni risultati interessanti tratti da uno studio svolto con gli studenti della Stanford University basato sull’uso della realtà virtuale. Si è così scoperto che vedere la propria immagine invecchiata anche soltanto di cinque anni è servito davvero per motivare gli studenti a curare di più la propria salute oggi.

A partire da una fotografia delle persone e dalla registrazione della loro voce, possiamo servirci di tecnologie come l’intelligenza artificiale e la computer graphic per creare un avatar corrispondente a quelle persone in futuro. Gli avatar somigliano agli individui, hanno la stessa voce; si tratta di rappresentazioni realistiche dell’aspetto e della voce che avranno tra venti o trent’anni. In altre parole si tratta del loro “io futuro”. Utilizzando il riconoscimento vocale e la tecnologia AI possiamo addirittura fare due chiacchiere con il nostro io futuro.

A che cosa serve tutto questo? In effetti, nell’immediato è difficile per le persone comprendere in che modo le scelte che effettuano giorno per giorno influenzeranno il loro futuro. Si sa, per esempio, che è difficile controllare il proprio peso perché le conseguenze di una dieta troppo ricca di alimenti calorici si vedono soltanto settimane o anche mesi dopo. Alle persone che hanno problemi di abuso di sostanze o non riescono a ridurre il consumo di alcol o il fumo, possiamo mostrare il loro io futuro in modo che si rendano conto di come le loro scelte e i loro comportamenti influenzano il corpo in termini fisici. Possiamo addirittura far parlare il loro io futuro con quello attuale, per esempio facendogli dire: «Ehi, che cosa stai facendo? Questa è la casa in cui stai vivendo oggi e non sembra affatto male, sembri piuttosto felice, questa invece è un’altra casa ed è l’aspetto che avrai se non cambi abitudini». È una tecnica potente e funziona davvero.

Se possiamo renderci conto del fatto che le nostre azioni attuali hanno un effetto diretto sul nostro futuro, troviamo la motivazione per fare le scelte giuste. È assai difficile arrivare a questa conclusione senza un qualche feedback sulle possibili conseguenze. Possiamo usare la realtà virtuale e la tecnologia della realtà aumentata per produrre un riscontro dinamico e convincente.

Tratto da “Vivere per sempre”, per gentile concessione de Il Saggiatore 2021





Comments are closed.

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

<b>Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!</b>

This happens because the functionality/content marked as "%SERVICE_NAME%" uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: "click.