2014-10-23 05.56.51 pmSiamo in autunno avanzato, periodo di funghi e di tartufi e tantissimi altri sapori che la Madre terra ci regala, e allora se vi trovate a mangiare piatti a base di funghi porcini, tartufi o i pregiatissimi, ma poco conosciuti “funghi spinaroli” (cercateli, provateli, vi stupiranno!) vi consiglio di provare un piccolo-grande vino, il Nebbiolo. Il carattere del Nebbiolo è austero, da buon piemontesi, in genere è più secco dei più rinomati Barbaresco e Barbera, cercatelo di 4 o 5 anni, il colore dovrà essere vivace, di un rosso rubino intenso e un sapore affine a quello del Barolo, ma con caratteristiche gustative meno accentuate. Ottimo per i suddetti piatti e per le tasche di chi non può permettersi un ottimo Barolo.

Non mi stancherò mai di ripetere che la mia preferita è la cucina semplice, ma nella loro semplicità, i piatti con questa caratteristica richiedono maggiore attenzione nella preparazione, andiamo a vedere come si prepara un piatto tra i più semplici, patate sotto la cenere, come le consigliava il buon Veronelli.

Lavare le patate con molta cura, asciugarle e allinearle sotto la cenere di un braciere. Dopo 20 minuti estrarle, asciugarle con un canovaccio per togliere ogni traccia di cenere, e mangiarle con la pelle (se proprio siete schizzinosi, verrà ora via con facilità), si possono insaporire con sale e olio extra vergine d’oliva.

C’è un detto popolare che recita: “Le patate cote soto la zenere le xe un don tra Baco e Venere”.
Per confermare la saggezza popolare c’è il fatto che la cottura sotto la cenere con la buccia, lascia intatte tutte le proprietà organolettiche e nutritive dall’amato tubero, dalle vitamine alle globuline e al fosforo fitinico. Senza contare che sono di sapore squisito e pochissimi non saranno d’accordo con questa affermazione. Consideriamo inoltre che questo piatto è ottimo per soddisfare la gran fame alla quale siamo abituati in “certi momenti”.

Più di una volta abbiamo parlato del “vino del contadino”, di una domenica fuori porta dove ci si trova nell’occasione di comprare un vino “fatto in casa”, bene se vi trovate in questa situazione e non avete metro di giudizio per capire se si tratta di un buon vino ricordatevi l’aurea regola: comprate il vino da quel vignaiolo che lo cede mal volentieri.

 





Leave a Reply

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

<b>Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!</b>

This happens because the functionality/content marked as "%SERVICE_NAME%" uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: "click.