Foto della riunione di ieri dell'intergruppo per la legalizzazione

Foto della riunione di ieri dell’intergruppo per la legalizzazione

Alla prima riunione del gruppo interparlamentare per la legalizzazione della cannabis erano presenti poco meno di quaranta deputati sugli 80 che hanno aderito in totale. L’incontro – chiamato nei giorni scorsi dal senatore Della Vedova – si è tenuto nel tardo pomeriggio di ieri alla Camera dei Deputati. Per sapere come è andata Dolce Vita ne ha parlato con Paolo Bernini, deputato che era presente a nome del Movimento 5 Stelle.

E’ stato in incontro tutto sommato positivo – racconta – e le premesse sembrano buone. Abbiamo deciso di procedere in due direzioni, la prima è quella di adottare una strategia mediatica per far conoscere le ragioni della legalizzazione agli italiani, la seconda invece è quella di avviare al più presto la stesura di un disegno di legge condiviso che vada in direzione della legalizzazione della cannabis”.

Per quanto riguarda il piano informativo a breve verrà attivato un sito internet (cannabislegale.org) che funzionerà come portale d’informazione, mentre in programma vi è anche l’organizzazione di un convegno internazionale che possa fungere anche da occasione di confronto e apprendimento attraverso l’invito di rappresentanti istituzionali degli stati dove recentemente è stata legalizzata la cannabis (Colorado, Uruguay, ecc).

La prossima riunione dell’intergruppo è già stata fissata per la settimana dopo Pasqua,
l’intenzione pare quindi quella di procedere spediti. Inoltre, Della Vedova su twitter ha annunciato che gli iscritti all’intergruppo sono già saliti a 100 deputati, con l’iscrizione da parte di tutti i deputati iscritti a Sel, mentre lo stesso potrebbe fare a breve quelli del Movimento 5 Stelle.

L’idea è quella di produrre un disegno di legge che sia firmato dal maggior numero possibile di parlamentari, e non da un piccolo gruppo come di solito avviene”, spiega Bernini, “questo per far sì che i presidenti delle Camere si trovino costretti a calendarizzarne la discussione in tempi rapidi“. Per quanto riguarda il Movimento 5 Stelle, secondo Bernini “tutti i nostri deputati sono pronti a mettere la propria firma sopra al testo di legge”.

Rimane quindi “solo” da ragionare su quale tipo di legge scrivere, e su questo non è detto che ci si troverà subito d’accordo. “Diciamo che per ora non ne abbiamo parlato, ma è ovvio che tra gli antiproibizionisti in Parlamento esistono due tipi di tendenze differenti”, afferma Bernini. Di queste, una guarda più alla legalizzazione in stile Usa con tutto il business connesso, aspirando a trattare la cannabis come un monopolio di stato un po’ come le sigarette, mentre l’altra – alla quale pensa il M5S – guarda con maggiore interesse all’esperienza dei Cannabis Social Club spagnoli e al diritto all’autoproduzione. La sfida sarà quella di trovare un compromesso possibile, e di farlo alla svelta, per poter provare a portare il disegno di legge in aula entro la legislatura.





Comments are closed.

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

<b>Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!</b>

This happens because the functionality/content marked as "%SERVICE_NAME%" uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: "click.