E’ partito da un sito specializzato sul ping pong, sognava di rivoluzionare uno strumento comune in tutto il mondo come il cucchiaio, è passato per un progetto di creazione di bong giganti andato male, ed è finito a lavorare sui grinder che i consumatori di cannabis conoscono bene.

Parliamo di Zachary McCreedy, giovane imprenditore americano la cui storia è stata portata alla ribalta da Forbes, che gli ha dedicato le proprie attenzioni per il progetto di un grinder innovativo.

Con un diametro di poco meno di 3 cm e un’altezza al di sotto dei 10, sembrerebbe un classico grinder in alluminio con uno scomparto per conservare fiori o estratti, e uno con una retina micronizzata per raccogliere tutti i residui della “tritata”. Ma nasconde delle caratteristiche innovative che gli stanno permettendo di venderlo in tutto il mondo.

Le caratteristiche del grinder

I brevetti richiesti dal produttore riguardano infatti diverse peculiarità. La prima è per lo scomparto supplementare con un inserto antiaderente opzionale in PTFE che, quando è inserito crea una capsula a tenuta d’aria e acqua quando è chiuso.

Un altro inserto opzionale in PTFE ha uno spuntone al centro che funge da de-bowler e può essere particolarmente utile per vaporizzatori portatili

I denti sono stati estesi per fornire uno spazio più profondo per il materiale da macinare. “Non è il numero di denti che conta, ma l’area totale dei bordi della superficie”, si legge sul sito.

Retina in acciaio inossidabile da 100 micron per: “Raccogliere quantità abbondanti di kief. La sezione kief è opzionale e può essere rimossa o aggiunta in qualsiasi momento”.

Design modulare, con le sezioni del grinder che possono essere montate o smontate a piacere.

E infine la caratteristica peculiare di questo grinder: il magnete che di solito viene posizionato al centro del grinder, è stato riprogettato a forma di anello per permettere di avere più spazio per il materiale e prevenire anche l’inceppamento. Un anello in acciaio inossidabile è stato inserito nel coperchio opposto per dare la stessa attrazione magnetica e la stessa rotazione ed evitare l’inceppamento al centro.

Oggi, dopo aver distribuito i primi 100 prototipi per far conoscere il prodotto, si è messo a produrli da solo partendo dai primi 500 pezzi. E’ possibile acquistarli dal sito Zamgrinders.com, ma il prossimo passo sarà quello di piazzarli anche su Amazon.

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “Google Youtube” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.





Comments are closed.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.