Street art e Design

Il flacking di Ememem: l’arte di rigenerare crepe, buche e ferite

Il flacking di Ememem: l’arte di rigenerare crepe, buche e ferite
Blu de Lyon (Lione)

Trasformare un difetto o una ferita in un’opera d’arte: più che una dichiarazione d’intenti, è un modo di vivere la vita. Se è vero che dietro ogni crisi si nascondono nuove possibilità, grazie a Ememem, artista francese di cui l’identità è ignota, dietro ogni buca o crepa delle nostre strade e città, potrebbe nascondersi un’opera d’arte in potenza.
C’è chi ha paragonato la sua arte al Kintsugi giapponese, che prevede di riunire i pezzi di un oggetto in ceramica rotto, utilizzando un metallo prezioso come l’oro per esaltarne le nervature. Noi abbiamo pensato di contattarlo e chiedere direttamente a lui come è nato questo progetto. 

«Un enorme buco mi aspettava tutte le mattine davanti il mio atelier. Un giorno, in seguito a delle esperienze similari fatte anni prima, decisi di occuparmi di lui. In un pomeriggio preparai una composizione in scacchiera bianca e nera con dei colori pastello e la sera stessa lo ritappai. Era nato il primo flacking. Restai a guardare quel lavoro tutte le sere per dei mesi domandandomi che cosa avessi fatto. Non trovando risposte, ma solo altre domande, decisi di fare un altro flacking e poi un altro e un altro ancora. Ed è così che è iniziata la mia meravigliosa ossessione!», ci ha raccontato per spiegare come è nata questa idea nel 2016.

C’è chi ha paragonato la tua arte al Kintsugi giapponese, tu che ne pensi?
Sicuramente il parallelismo nasce spontaneamente, ma il Kintsugi non è stato fonte d’ispirazione nella creazione della tecnica del flacking, solo una constatazione di somiglianza tardiva. 

Hai scritto che la tua arte inserisce porte per il Paese delle meraviglie. È come dire che dietro ogni crisi si nascondono delle nuove possibilità?
Esattamente, rendere un difetto virtù è un’alchimia che mi trova particolarmente d’accordo, che mi parla, che ha del senso.

A Roma abbiamo un grande problema, mai risolto, relativo alle buche nelle strade. Pensi che prima o poi verrai per realizzare uno dei tuoi lavori? Sappiamo che sei già stato a Milano, Genova, Torino e Firenze…
Roma è una citta magnifica, aspetto una buona occasione per venire, sarebbe fantastico e poi tanti amici romani mi chiedono di venire che “ci stanno tanti buche a Roma” (dice sorridendo, ndr). 

Puoi dirci qualcosa sui tuoi prossimi progetti?
Un’esposizione fino a metà luglio è “SprayingBoard”, a Lione con Superposition. Un’altra, con la stessa durata, a Parigi si chiama “Ceramic now” alla Galerie italienne. Poi ho in programma una sessione di flacking a Bagnolet (Parigi) con Olivier Lands, che tra l’altro ha terminato il suo secondo volume di “Street art context” con la Gallimard. A luglio parteciperò a un festival a Nantua per una settimana e contemporaneamente comincerò un progetto con la métropole di Lyon e poi ancora dei festival in Germania e Francia (Lipsia e Montpellier). E tante altre cose di cui non posso parlare subito anche se posso dire che molto presto sarò in differenti zone d’Italia per dei bellissimi progetti.

a cura di M.C.





SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.

Articoli correlati

Back to top button

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

<b>Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!</b>

This happens because the functionality/content marked as "%SERVICE_NAME%" uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: "click.