Cannabusiness

Il “family business” dei Marley con la cannabis

Il “family business” dei Marley con la cannabis
Julian Marley

Correva l’anno 2014 quando la famiglia Marley lanciò il primo brand globale per prodotti a base di cannabis, annunciato direttamente dalla BBC. La famiglia di Bob Marley aveva infatti dato vita alla Marley Natural, con l’obiettivo di «realizzare le idee di Bob e le sue intuizioni sul potenziale positivo della cannabis su mente, corpo e spirito». L’idea originaria era quella di offrire solo cannabis prodotta in modo naturale, senza fertilizzanti chimici, ma anche tutta una serie di prodotti a base di canapa, come «infusi e tisane prodotti con vegetali giamaicani come aloe e cocco, creme solari e altri accessori». Inoltre, secondo il comunicato non sarebbero mancate, «produzioni in serie limitata ispirate ai prodotti a base di canapa che Bob Marley preferiva e che spesso si preparava in casa».

Cedella Marley, una delle figlie di Bob, durante la presentazione del marchio ha affermato che suo padre «sognava che il mondo capisse finalmente le proprietà curative dell’erba. Vedeva la cannabis come una sostanza spirituale che poteva risvegliare il benessere e le capacità di riflessione degli esseri umani, ricollegandoli alla natura e liberandone la creatività. La Marley Natural è un modo autentico per onorare la sua eredità». Dopo qualche polemica, rilanciata anche da Bunny Wailer, l’unico dei Wailers allora ancora in vita e scomparso purtroppo poco tempo fa, il 2 marzo del 2021, che denunciava l’uso speculativo del nome di Bob, i prodotti hanno fatto la loro comparsa sul mercato nel 2016.

Sempre nel 2016 è stata la volta di Julian Marley, uno dei figli di Bob, che ha lanciato il brand JuJu Royal Premium Marijuana, creato insieme alla Drop Leaf, compagnia all’avanguardia nella produzione di cannabis.

E nello stesso anno anche Damian si è lanciato nel cannabusiness, aprendo un dispensario per la vendita di cannabis legale, chiamato Stony Hill, a Denver.

Nel 2019 è stata nuovamente la volta di Cedella Marley che ha presentato il suo libro di cucina con ricette a base di cannabis. Il volume, chiamato “Marijuana in cucina”, è stato pubblicato anche in Italia.





SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.

Articoli correlati

Back to top button

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

<b>Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!</b>

This happens because the functionality/content marked as "%SERVICE_NAME%" uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: "click.