Fbi MarijuanaScherzava ma non troppo il capo dell’FBI James Comey, quando alcuni giorni addietro dichiarava che il regolamento della polizia federale dovrebbe essere modificato per consentire l’assunzione di dipendenti che avevano fatto uso di cannabis negli ultimi tre anni. Per le sue parole ha dovuto subire un’interrogazione da parte di una commissione del senato capitanata, facile immaginarlo, da un senatore repubblicano dell’Alabama. Il senatore Jeff Sessions sembrava seriamente preoccupato del fatto che le affermazioni del direttore dell’FBI fossero interpretate come un’ulteriore legittimazione dell’utilizzo di cannabis.

Il congresso ha autorizzato l’assunzione di 2.000 nuovi agenti FBI con funzioni di contrasto ai crimini informatici. I collaboratori di Comey hanno però rilevato che molti dei migliori hacker ed esperti di sicurezza informatica facevano uso di marijuana. Da qui l’ipotesi di rivedere i requisiti necessari per diventare un cyber poliziotto. “Io non voglio che i giovani fumino marijuana, ma devo fare i conti con il cambiamento della nostra società e della forza lavoro”, ha dichiarato James Comey di fronte alla commissione del Senato statunitense. “Per combattere contro criminali online sempre più esperti devo assumere i migliori specialisti e programmatori software. E molti di questi fumano marijuana”.

Massimo Frattale





Leave a Reply

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

<b>Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!</b>

This happens because the functionality/content marked as "%SERVICE_NAME%" uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: "click.