CannabisAntiproibizionismo

Il convegno “L’erba della morte” è stato fermato dagli attivisti contro il proibizionismo [video]

Il convegno "L'erba della morte" è stato fermato dagli attivisti contro il proibizionismo [video]L’incredibile convegno organizzato dalla Lega a Piacenza intitolato “L’erba della morte: la cannabis” è stato duramente contestato fino alla sua sospensione da decini di attivisti contro il proibizionismo presenti in sala.

Una contestazione andata in campo con le armi dell’ironia, applaudendo in modo canzonatorio e facendo boati ad ognuna delle affermazioni più assurde dei relatori. Fino a quando gli organizzatori hanno preferito gettare la spugna facendo terminare l’incontro prima del previsto.

Oltre alle contestazioni dentro l’aula si è verificato anche un sit-in di protesta fuori dall’auditorium comunicale, organizzato da diversi gruppi politici di sinistra (Sinistra per Fiorenzuola, Piacenza in Comune e Pontenure è un bene Comune) i quali hanno distribuito volantini e informato i cittadini.

Il convegno era stato organizzato dall’assessore alla Famiglia di Piacenza, Massimo Polledri, e aveva visto la partecipazione di due senatori e una parlamentare del partito di Salvini e di un parlamentare di Fratelli d’Italia. Oltre alla testimonianza di una madre di un improbabile “ex dipendente da cannabis”.

Il video della contestazione, ripreso dalla testata locale Il Piacenza, è visibile a questo link.

TG DV


grafica pubblicitaria sponsor canapashop

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.
grafica pubblicitaria sponsor plagron

Articoli correlati

Back to top button