Terapeutica

Il CBD per gli elefanti: al via una sperimentazione allo zoo di Varsavia


Il CBD per gli elefanti: al via una sperimentazione allo zoo di Varsavia
Allo zoo di Varsavia è iniziata una sperimentazione con CBD per capire se il cannabinoide possa avere effetti positivi sullo stress e l’ansia che ha colpito un gruppo di elefanti. Tutto ha avuto inizio a marzo quando il branco di 4 esemplari ha subito la perdita di Erna, la femmina più anziana. Da quel momento la situazione non è stata più la stessa in particolare Fredzia, giovane elefante femmina, ha iniziato a manifestare sintomi dovuti a stress e ansia.

Da allora, da quanto riferisce la BBC, i custodi dello zoo dicono che Fredzia ha mostrato segni di stress, mentre cerca di stabilire una nuova relazione con la sua compagna, Buba. il problema è che possono volerci mesi o addirittura anni prima che gli elefanti affrontino la perdita di un anziano e ripristinino un senso di armonia all’interno del branco. «Questo è un enorme punto di svolta in ogni gruppo di elefanti. Gli elefanti potrebbero avere problemi comportamentali quando la struttura di un gruppo cambia», aveva infatti sottolineato la dottoressa Agnieszka Czujkowska, a capo del dipartimento di riabilitazione degli animali dello zoo.

L’idea è quindi stata quella di provare una sperimentazione a base di cannabidiolo, per capire se il principio attivo della cannabis possa funzionare anche per questi grandi mammiferi. E le possibilità sono concrete, visto che noi umani condividiamo con tutti gli animali, insetti esclusi, il sistema cannabinoide che mantiene l’omeostasi dei nostri vari processi fisiologici e che interagisce con le molecole che la cannabis produce.

La prima fase del processo è già stata completata. Ha coinvolto la raccolta di feci, saliva e campioni di sangue dagli elefanti per monitorare i loro livelli di cortisolo, un ormone prodotto da umani e animali in situazioni di stress. «Stiamo progettando di dare loro il CBD e misurare di nuovo il cortisolo. Questo è l’esperimento. Quindi sapremo per certo se funziona o no», ha detto la dottoressa Czujkowska.

Secondo la dottoressa il progetto è il primo del suo genere a monitorare i livelli di cortisolo degli elefanti prima e dopo l’assunzione di CBD. L’olio di CBD verrà somministrato oralmente agli elefanti o mescolato al loro cibo e la loro salute sarà controllata regolarmente tramite esami del sangue.

Il CBD per gli elefanti: al via una sperimentazione allo zoo di Varsavia


Fonte: cannabisterapeutica.info





SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.

Articoli correlati

Back to top button

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

<b>Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!</b>

This happens because the functionality/content marked as "%SERVICE_NAME%" uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: "click.