Terapeutica

Il CBD ha impedito lo sviluppo della schizofrenia in modelli animali


In un modello di schizofrenia nel ratto, il CBD, che è stato somministrato dai 30 ai 60 giorni dopo la nascita, ha impedito lo sviluppo di anomalie comportamentali simili alla schizofrenia. Gli autori hanno scritto che la loro indagine fornisce prove «per un effetto sicuro e benefico del trattamento con CBD sulla prevenzione dei sintomi della schizofrenia».

È il risultato di uno studio scientifico pubblicato di recente su Frontiers in Pharmacology realizzato dai ricercatori dell’Università federale di San Paolo, in Brasile.

Dopo aver ricordato che: «La schizofrenia è considerata un debilitante disturbo psichiatrico dello sviluppo neurologico e la sua farmacoterapia rimane problematica senza recenti importanti progressi», gli autori hanno analizzato nei ratti il trattamento con cannabidiolo (CBD) durante la peri-adolescenza per capire se possa evitare disturbi comportamentali simili alla schizofrenia.

Dopo aver effettuato 3 diversi esperimenti i ricercatori sono giunti alla conclusione che: «Il CBD non ha indotto nessuno dei potenziali effetti collaterali motori o metabolici associati ai comuni trattamenti antipsicotici. I nostri dati forniscono prove pre-cliniche per un effetto sicuro e benefico nel trattamento con CBD per la prevenzione dei sintomi positivi e cognitivi della schizofrenia, e suggeriscono il coinvolgimento del sistema serotoninergico su questo effetto».

Il CBD ha impedito lo sviluppo della schizofrenia in modelli animali


TG DV


grafica pubblicitaria sponsor canapashop

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.
grafica pubblicitaria sponsor plagron

Articoli correlati

Back to top button