Due giornate decisamente “alternative” si terranno a Roma il 21 e 22 settembre. Due giorni di festa per vivere e rinnovare i valori della decrescita felice all’interno della Città dell’Altra Economia nello storico quartiere di Testaccio, precisamente in largo Dino Frisullo.

«La decrescitaspiega il Maurizio Pallante, che ha fondato il Movimento nel 2007 – è la possibilità di realizzare un nuovo Rinascimento, che liberi le persone dal ruolo di strumenti della crescita economica e ri-collochi l’economia nel suo ruolo di gestione della casa comune a tutte le specie viventi in modo che tutti i suoi inquilini possano viverci al meglio».

In che modo questo sia possibile saranno le realtà invitate ad animare questa festa nazionale a mostrarlo attraverso convegni, incontri, dibattiti, proiezioni, laboratori di autoproduzione, workshop, spettacoli e tanto altro ancora.

Dall’economia solidale alla riduzione a monte dei rifiuti, dall’etica alle azioni individuali per una vita green, dalla mobilità sostenibile alla bioarchitettura, dal consumo critico e autoproduzione alla lettura consapevole delle etichette, dalla sovranità alimentare all’agricoltura naturale, sono tante le tematiche che verranno sviluppate nelle due giornate.

Nell’area esterna saranno presenti anche gli artigiani, le associazioni e le piccole aziende biologiche del mercato contadino.

Per saperne di più è possibile rivolgersi alla pagina Facebook dell’evento.





Comments are closed.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.