iheart street art

Sempre sull’onda della denuncia sociale la street art dalla Nuova Zelanda al Canada, si diffonde in modo irrefrenabile.

È proprio dal Canada arriva lo street artist iHeart che, armato di creatività e bombolette ma anche di senso critico, si è fatto conoscere nel panorama internazionale grazie al nuovo progetto in cui i protagonisti sono i bambini. Lo scopo principale dell’artista canadese è quello di evidenziare un aspetto della società contemporanea tanto recente quanto preoccupante, ovvero il rapporto dei bambini con i social network.

im5

Visivamente simile a Banksy, soprattutto per quanto riguarda l’uso del colore, iHeart ci mostra una società dipendente dalla tecnologia e dai media che coinvolge anche le generazioni più giovani. Il bambino disperato perché non ha nemmeno un like è una delle immagini più diffuse, intitolata “Nobody likes me…”, e non ha bisogno di commenti (nemmeno di like) ma merita qualche momento di riflessione da parte di tutti noi. 
I social network hanno invaso le nostre vite rendendoci paradossalmente dipendenti da questo mondo parallelo che esiste solo via etere.

Non sarebbe forse ora di ritornare alla vita reale?

iheart street heart





Comments are closed.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.