MusiCuriosity

I Beatles non erano scarafaggi

the-beatles-wallpaper_151855-1920x1080

Si cerca in tutti i modi il nome più ad effetto, l’appellativo che susciti l’interesse di un determinato pubblico o che sappia definire uno stile. Si sono fatte mille congetture sui loro significati e sono nate leggende, equivoci e curiosità. Ad esempio il nome dei Beatles è una dedica ai Crickets (grilli) ed è stato ricavato dall’unione di due parole, beetles (coleotteri) e beat (genere musicale).

In Italia un’infelice traduzione della parola beetle ha portato i ragazzi di Liverpool a passare per scarafaggi. Un nome di enorme successo ma del tutto travisato nel suo significato. Mentre la leggenda vuole che AC/DC sia l’acronimo di “Against Christ/Devil’s Children”. Il nome in realtà è stato tirato fuori dalla sorella di Angus e Malcom Young, che lo lesse su un elettrodomestico, vuol dire “corrente alternata/corrente diretta”, semplice casuale e azzeccato. Il caso degli U2 è quello più lontano dall’essere risolto.

Dovrebbe significare “you too”, ma potrebbe stare ad indicare il modulo per l’iscrizione alle liste di collocamento irlandesi. Un’altra congettura vuole che sia stato rubato all’aereo spia lockheed U-2 su suggerimento del cantante Steve Averill. Sicuro è che la decisione più dolce in tutti i sensi l’ha presa Eddie Vedder, infatti il nome della band è una dedica alla nonna e alla sua marmellata di Peyote che gli altri componenti della band chiamavano proprio Pearl Jam, “Marmellata di Pearl”.

 



grafica pubblicitaria sponsor canapashop

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.
grafica pubblicitaria sponsor plagron

Articoli correlati

Cerca anche
Chiudi
Pulsante per tornare all'inizio