img1

É evidente a tutti coloro che vogliono ascoltare che fare le cose con moderazione è giusto sia per l’anima che per il corpo.

Ma come si può definire la moderazione! Quello che per alcuni può essere moderato per altri può essere non abbastanza o troppo estremo. Quindi sembra che la moderazione sia definita in maniera differente da ciascuno di noi.

È una questione individuale che deve essere regolata personalmente. È facile trascurare, e ancora più facile confondere un’azione routinaria giornaliera, per qualcosa che non può essere regolato dal momento che appunto è quotidiana.

L’aspetto più importante quindi per mantenere una mente sana in un corpo sano è quello di definire ciò che è moderato per l’individuo in questione basandosi su cosa lo fa sentire bene, in salute e felice.

Alcune persone non hanno un corpo sano fin dalla nascita e quindi si impegnano con più enfasi per mantenere la salute mentale. Mantenere un corpo sano significa non sovraccaricarlo di sforzi ulteriori a quelli che normalmente si farebbero, rispettare una dieta equilibrata ed eseguire esercizio fisico. La salute mentale gioca un ruolo fondamentale e per questo meriterebbe la stessa attenzione di quella fisica per essere davvero felici.

Come fumatore di cannabis da più di 30 anni, mi trovo ad avere a che fare con questa questione e realizzo che nulla si raggiunge senza sacrifici.

L’ho sempre vista più o meno simile a un’automobile o a una moto… dopo aver letto quel libro “Lo Zen e l’arte della manutenzione della moto” da molto giovane, dato che ha lasciato un’impressione così forte su di me aiutandomi a mantenere un mio equilibrio. Per prima cosa, una persona non può lavorare bene se o gli effetti o il consumo quotidiano indeboliscono qualsiasi altro sistema del corpo.

Gli errori e le prove su me stesso mi hanno insegnato a capire cos’è moderazione e cosa abuso.

Alcuni giorni un tiro dal vaporizzatore basta per due ore, altri ne serve uno ogni mezz’ora.

Chi fuma, e tutti sappiamo che in grandi quantità non fa bene per il fisico, allora sarà importante che presti particolare attenzione alla dieta. Come regola generale è meglio mangiare meno che troppo e questo principio potrebbe essere preso come indice costante per stabilire ciò che è necessario per il corpo e ciò che è bene per la mente.

Anche questo elemento è una questione individuale, come il metabolismo, la quantità di calorie bruciate e la costituzione.

Dovremmo moderare l’assunzione di cibo in base all’energia prodotta per aiutare il corpo in maniera positiva. Gli alimenti freschi sono più nutrienti rispetto a quelli lavorati e per fare bene al proprio corpo bisognerebbe cercare di utilizzarne sempre.

E poi c’è l’esercizio fisico… fondamentale che ci piaccia o meno. Il fisico non può, e non è fatto per eseguire la stessa attività tutto il giorno. Questo influisce negativamente sulla salute e spesso i problemi di artrite nascono proprio a causa della ripetitività dei movimenti.

Per quanto mi riguarda ho sempre cercato di mantenere un equilibrio, facendo esercizio per allenare i polmoni e favorire la circolazione in modo da poter fumare tutti i giorni.

img3

Quando si raggiungono i 40 anni ci si rende conto che è necessario fare di più per sentirsi ancora come quando si era più giovani.

Ad esempio, se lavori fuori, puoi fumare per mezz’ora e questo corrisponde ad un’ora di esercizio fisico per compensare.

Il fallimento di questo bilanciamento porta a delle conseguenze di cui non ci si può lamentare se si pensava che fosse troppo presto per preoccuparsene! Quindi, ricordalo quando fai il prossimo tiro, fai qualcosa di attivo e non sederti davanti al computer. Se le persone fossero moderate, le misure estreme non servirebbero, ma per la maggior parte, non lo siamo!

Per quanto riguarda il consumo di cannabis, quando siamo a proprio agio con ciò che abbiamo introdotto e ciò che abbiamo espulso (e con il metodo che abbiamo utilizzato) allora le cose sono più o meno complementari. Atto di corpo, anima e mente in uno stato privo di attrito.

Quando si esagera con la Cannabis, il corpo se ne ricorda e si manifesterà in modo da destabilizzare il corpo o la mente.

Farlo costantemente e non essere consapevoli delle conseguenze, porterà a gravi problemi, come capita con le cose che si tendono ad amare troppo: il caffè, il cioccolato, le torte… quindi fatelo in maniera consapevole!

Non c’è niente di peggiore dell’ascoltare una persona che incolpa i propri nemici o situazioni esterne, per i propri mali, quando in realtà i primi responsabili del nostro fisico siamo noi stessi, dalla nascita fino alla morte.

Lo stress cronico, fisico ed emotivo, dalla nascita fino alla morte, porta alla depressione e può diventare un grave problema.

La capacità di trovare un equilibrio nella routine quotidiana della vita è la battaglia più dura da affrontare con se stessi.

Questi continui cambiamenti di umore ci rendono umani. Non c’è bisogno di uscirne sconfitti, risolverli è un imperativo.

Abbiamo imparato molto durante la nostra vita, ma non vuol dire che si capisca tutto alla perfezione e questo è l’aspetto complicato della negoziazione, tutti abbiamo bisogno di non dimenticare.

img4

Si tratta di un impegno quotidiano, quello di mantenere la nostra persona nel corpo e nella mente. Non importa quanti anni hai ci sono sempre i metodi per aiutarsi.

Sento che la cannabis mi aiuta e mi fa stare bene ma l’esercizio fisico per arginare i danni, è una questione alla quale mi sono dovuto abituare.

Potrei avere problemi che avranno bisogno di più o meno impegno, e ritengo che prestare attenzione a ciò che si fa per se stessi sia il modo migliore per bilanciare le cose.

La consapevolezza non è sempre facile o divertente, ma se si vuole essere onesti con se stessi e non farsi trascinare in paragoni stupidi e futili esempi di come non vivere, è meglio crearsi una conoscenza quotidiana e assumersi la responsabilità di tutte le parti della vita che si ritengono importanti. Questo ci aiuterà a comprendere quali sono le decisioni giuste per la nostra vita per mantenere una mente sana in un corpo sano.

È tutto ciò che abbiamo quindi scegliete voi come vivere, fatelo per voi stessi!





Leave a Reply

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

<b>Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!</b>

This happens because the functionality/content marked as "%SERVICE_NAME%" uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: "click.