Luciano durante un concerto

Luciano durante un concerto

Curiosa vicenda quella capitata a Luciano, storico interprete del reggae gimaicano con 14 album all’attivo. All’artista, noto anche come Jah Messenjah (il messaggero di Dio) a causa della forte fede rastafariana, è stato negato il visto per entrare negli Stati Uniti mentre si apprestava a oltrepassare il confine dal Canada, nel corso della sua tournèe americana.

Lo stesso artista ha raccontato la vicenda nella sua pagina su Facebook: «Mentre mi apprestavo a superare il confine tra Canada e Stati Uniti, sono stato fermato e sottoposto ad un interrogatorio anormale nel corso del quale è stato perquisito anche il mio bagaglio. Al suo interno è stato trovato una medicina a base di erbe che di solito uso per la gola: i test hanno dichiarato illegale il medicinale poiché contiene estratti di cannabis. Il contenuto era meno di un grammo ma nonostante ciò mi hanno ritirato il visto e negato l’ingresso negli Stati Uniti».

Una vicenda che mostra ancora una volta il paradosso che si sta vivendo negli Usa, dove in molti stati la cannabis è perfettamente legale, mentre in altri è ancora considerato reato penale anche il semplice consumo personale anche se a scopo medicinale.

Luciano si sarebbe dovuto esibire dal 2 al 17 settembre con una serie di date che lo avrebbero portato tra California, British Columbia, Washington, Arizona e Oregon. L’artista giamaicano ha comunque annunciato che farà ricorso.





Comments are closed.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.