Non ho mai trovato un compagno che mi facesse così buona compagnia come la solitudine.

Sogno di mollare tutto per un anno e ritirarmi in mezzo al nulla. Senza contatti, senza legami, senza rumori, senza meschinità, senza tentazioni, senza l’inutile che ci circonda, senza nulla, nulla di veramente importante.

E leggere e rileggere un solo libro, a oltranza, fino quasi a saperlo a memoria: il capolavoro di Thoreau dal titolo “Walden ovvero la vita nei boschi”.

Nessuna opera come questa (datata incredibilmente 1854) a distanza di un secolo e mezzo è ancora così attuale (e preziosa) per me.

Ma sparire per un anno non si può, è già tanto riuscirci per un giorno. E allora mi consolo così, con l’immaginazione, sognando ad occhi aperti un dolce esilio volontario che forse un giorno realizzerò.

La maggior parte dei lussi, e molte delle cosiddette comodità, non solo non sono indispensabili, ma sono anzi veri e propri ostacoli al progresso morale dell’umanità.





Comments are closed.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.