AntiproibizionismoCannabisTerapeutica

“Grazie alle cure a base di cannabis ho scalato il Gran Sasso”

Christian Ferri rimase vittima di un grave incidente stradale nell’aprile del 2006: cinque edemi cerebrali ed altrettanti focolai emorragici, riduzione della gabbia toracica, fratture multiple e scomposte a femore e ginocchia. Al risveglio, che avvenne dopo 15 giorni di coma naturale più altri otto di coma indotto, la terapia di riabilitazione fisica e neuronale prevedeva che Christian assumesse dai 14 ai 18 medicinali al giorno per mesi e antidolorifici per sopportare il male agli arti.

Avevo continui problemi come infiammazioni e versamenti di liquido alle ginocchia – racconta Christian nel documentario – poi ho deciso di fermare l’assunzione delle pastiglie e iniziare a curarmi solo con l’omeopatia“. Con pappa reale, propoli, guaranà, ed altri rimedi naturali i problemi collaterali indotti dai farmaci sono scomparsi, mentre la svolta vera e propria è iniziata quando ha conosciuto i ragazzi del Cannabis Social Club “LapianTiamo” di Racale, i quali gli hanno consigliato di provare con delle tisane a base di cannabis.

Il resto è storia recente: “Quando bevo la tisana alla cannabis scompaiono tutti i dolori – afferma Christian – e posso camminare anche due o tre chilometri consecutivamente senza le stampelle o fare 15 km in bicicletta, attività impensabili senza la cannabis”. Christian ha così potuto riprendere in mano anche la propria passione per le scalate in montagna, ritornando a scalare il Gran Sasso, attività che tutti i medici gli avevano detto che non avrebbe più potuto fare. Ad accompagnarlo nella scalata c’era anche il videomaker Valerio Nicolosi, ed è nato così il documentario “La prima scalata antiproibizionista al mondo”, presentato in anteprima alla fiera “Canapa Mundi” ed ora disponibile integralmente su Vimeo.

Buona visione…

TG DV


grafica pubblicitaria sponsor canapashop

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.
grafica pubblicitaria sponsor plagron

Articoli correlati

Back to top button