Joaquin Phoenix, protagonista del corto “Guardians of Life”, lo ha definito una “chiamata ad agire”. Agire per salvare il Pianeta, tentare il possibile sperando che non sia già troppo tardi e senza sottovalutare il grande aiuto che può venire dalle comunità indigene. In tre minuti, la telecamera segue un’equipe medica in una sala chirurgica mentre è intenta in un’operazione delicatissima. La metafora è fin troppo chiara: questi sono tempi decisivi per evitare la fine.

“Guardians of Life”, diretto dal regista e attivista ambientalista Shaun Monson, fa parte di un progetto chiamato Mobilize Earth, che mira a “contrastare il surriscaldamento globale e l’emergenza climatica coinvolgendo persone di ogni ceto sociale“.

Il corto che potete vedere qui sotto è stato realizzato in collaborazione con Extinction Rebellion e Amazon Watch che insieme stanno lavorando per mobilitare attivisti, politici,  agricoltori per rispondere all’emergenza ecologica.

Una campagna importante sulla necessità di salvare il Pianeta da deforestazione, incendi e sfruttamento incondizionato delle risorse che vogliamo condividere.

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “Google Youtube” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.





Comments are closed.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.