HipHop skillz

Ghemon Scienz – Quando Ascolto I Dischi (txt)

(Rito)x1
E quando ascolto i dischi
che mettevamo su, mi fa un male cane
male…male…

(Verso 1)
Ancora non lo so qual’è la strada
da prendere è un incrocio con l’obbligo di fermata allo stop
Come sto?! Male…perchè cazzo dovrei mentire
bene se chiedono gli altri, deboli qua non si può apparire
ho scelto di restare un pò da solo con le mie cose
solo che trovo siano poche
quando due individui condividono tutto
e poi si allontanano il dolore non ammette palliativi
ho distrutto ed ho costruito degli attimi positivi
ma il brutto è che me li scordo nei momenti decisivi
quando dovrei essere un uomo maturo
rincorro i miei fantasmi più cattivi e mi snaturo
e proprio allora..

(Rito)x1

(Verso 2)
In confusione come Monch e Prince Po
per quanto Organizzata io la percepisco
o averci il mio tempismo di bruciare tutto con una cazzata
e mettere altri fallimenti al registro e poi non posso fare altrimenti
quando capisco che ti faccio stare male
non reagisco come il peggiore stronzo mai visto
faccio analisi come gli intelligenti
ma il finale è di quelli melensi…e io sto meglio se prego Cristo
ed ho un senso di colpa in cui mi eclisso
perchè tu non sei la prima e il mio copione è quello fisso
fisso il muro fisso nella mia memoria breve
che devo smettere di pensare o impazzisco

(Rito)x1

(Verso 3)
Se non sbatti la testa nelle cose
non imparerai come risolverle la vista starà sempre a riproportele
se non tieni con cura le tue cose
non darai valore a ciò che il cuore seppellisce con la polvere
cerco di portare il male all’estremo
finchè non stremo sotto le molteplici incursioni dei miei demoni
e se ho scelto questa pausa è perchè me la devo
la devo al mio passato di cui sono consapevole
che quando ritorna mi frustra
per ogni ferita sotto i colpi di questa frusta
per ogni donna che ho incontrato
e perso in ciò che avevo immaginato demolito come il braccio di una ruspa

TG DV


grafica pubblicitaria sponsor canapashop

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.
grafica pubblicitaria sponsor plagron

Articoli correlati

Back to top button